Archivi categoria: Buonumore

I Primi Sballi, Ragazze!

HAVE_A_SMOKE_GIRL_zpscdbbdafa

La Marijuana ha questo di divertente: le prime volte che fumi vedi le cose in una nuova luce magnifica, tranquilla e rilassata. All’improvviso il mondo si spoglia dei suoi polverosi veli grigi e diventa una scorpacciata di risate, ma di un riso speciale, imbevuto di colori brillanti e scintillanti che ti colpiscono come un’onda di calore. Niente ti lascia più indifferente: anche le cose più piccole, come un tic ad un mignolo o il tintinnio di un bicchiere di birra, diventano comiche, solleticanti e piene di significato. Tutti i pori ti si aprono come imbuti e le terminazioni nervose spalancano la bocca affamate e assetate di nuove visioni e suoni e sensazioni, e ogni sensazione, quando arriva, è la più eccitante che hai mai avuto.
Non ne hai mai abbastanza di niente: vorresti trangugiarti tutto il fottuto universo soltanto come aperitivo. I primi sballi sono una mazzata, amiche!

tumblr_mba2nzcajG1re22pro1_500

Corrado Guzzanti rivelazioni

Corrado Guzzanti rivelazioni

Una simpatica storiella

  • Tra Gesuiti e Francescani non cè mai stata buona armonia.
    • Ci fu un ritito spirituale e conviviale tra loro in un monastero Benedettino.
      Finito il ritiro, al banchetto ci fu lo scambio delle opinioni e l’eloquenzia dei Gesuiti apparve in tutta la sua raffinata ed arguta sapienza.
      Il padre Benedettino ospite, chiese allora al padre Francescano la sua opinione sulla vita e le opere che svolgevano nel loro convento.
      Il padre Francescano si alzò e disse: “Beh! Noi al mattino ci alziamo andiamo al gabinetto, preghiamo facciamo colazione e andiamo al gabinetto, poi svolgiamo le manzioni assegnateci, pranziamo e andiamo al gabinetto, preghiano e andiamo al gab….” il padre Benedettino lo interrompe e meravigliato gli chiede: “Ma voi andate sempre al gabinetto”!?.”Si” Replicò il padre Francescano. “Noi ci andiamo anche per i padri Gesuiti!” 


un augurio ai lettori

Roberto Benigni – Giudizio Universale

Continua a leggere

George Carlin sulla Religione

Bill Hicks: “Gesù è tornato!”

Dallo psichiatra

Stufo di pisciarsi adosso nell’approcciarsi con le donne, un tizio si decide di curare questo sintomo di timidezza.

Fiducioso si affida ad un eccellente psichiatra,  con questo appellativo gli era stato raccomandato.

Dopo una lunga seduta e 500 euro di parcella gli viene prescritto un tranquillante con l’impegno di rivedersi dopo una settimana.

Al secondo incontro e altra seduta fiume ed altri 500 euro, lo psichiatra aumenta la dose di psicofarmaci e un ulteriore appuntamento.

Passati quindici giorni il paziente ritorna dal suo medico e dichiara che nulla è cambiato.

Lo psichiatra aumenta al massimo sopportabile da un fisico umano il farmaco e gli raccomanda di tornare  dopo sette giorni.

Al settimo giorno il paziente torna sorridendo e cantano…… il medico sollevato gli chiede se il sintomo era finalmente sparito.

“ah dottore, dottore carissimo ahahahahah! il sintomo non è sparito hìhìhìhìhìh! solo che non me ne frega più niente!!!!!!! ahahahahahah! ihihihihihi! eheheheheh! ohohohohohoh!”

In maremma toscana

Mio nonno era un maremmano doc. Nato e vissuto ad Orbetello, appassionato di cavalli che allevava alla “Parrina”. Ma il suo lavoro era fare il cantoniere delle Ferrovie delle Stato. La mansione era quella di controllare a piedi una per una le traverse dei binari nella tratta che da Orbetello andava a Capalbio.

In primavera quando il filari di vigne ,che fiancheggiavano la ferrovia, si riempivano di donne per la scacchiatura, si appoggiava alla steccionata che separava la ferrovia dai campi, e cominciava a chiamare…..”Onorathaaaaaaa!…… Onorathaaaaa”, fino a che dalla vigna qualche donna stufa di quel vociare rispondeva…… ma qui…. un c’é nessun’Onorata grullo!

“e alloraaaa” replicava mio nonno “eh sete tutte puttaneee!!??”

Ma da che stirpe provengo? Mah!