Limbo: comparsa e scomparsa di una verità di fede

Da cronache laiche:

Senza battesimo non c’è salvezza
Per il Catechismo romano del Concilio di Trento (1566), «il Battesimo è necessario a tutti, senza eccezione. Lo ha dichiarato Gesù stesso: “Se uno non nasce da acqua e da Spirito, non può entrare nel regno di Dio” (Gv 3,5)». Questa dottrina era stata professata dalla Chiesa per secoli. Secondo Agostino «i bambini che muoiono senza il battesimo si troveranno nella condanna, benché mitissima» (a paragone degli altri dannati). Nel 418 papa Zosimo decretò: «se qualcuno afferma. che nel regno dei cieli ci sarà qualche luogo posto nel mezzo o un luogo altrove, dove vivono come beati gli infanti che trapassarono da questa vita senza battesimo [.] sia anatema; chi manca della parte destra, senza dubbio finirà in quella sinistra».
L’affermazione di Pelagio, secondo cui anche i bambini morti senza battesimo possono salvarsi, fu condannata come eretica nel V secolo e fu una delle eresie che portò Wycliff al rogo nel secolo XIV.
La convinzione che senza battesimo non c’è salvezza fu ribadita da vari papi (Gregorio I, Innocenzo III, Eugenio IV, Pio XII) e non fu senza conseguenze pratiche. È uno dei motivi per cui la Chiesa condannò con particolare violenza l’aborto che, non permettendo il battesimo del feto, «esclude dalla beata visione di Dio un’anima creata a sua immagine» (Sisto V, Effraenatam, 1588).
Tale posizione costò la vita a molte donne, poiché la Chiesa ordinava di far nascere il bambino ad ogni costo, anche se sarebbe morto subito e il parto avrebbe causato la morte della madre: l’importante era tenerlo in vita il tempo sufficiente per battezzarlo. Fra la vita spirituale del feto e quella materiale della madre, avvertiva Alfonso de’ Liguori, bisogna scegliere la prima.

Originale

Correlati:

Annullamento del Battesimo – Lotta contro la sua amministrazione a neonati – Denuncia dell’indottrinamento dei minorenni

Advertisements

Una risposta a “Limbo: comparsa e scomparsa di una verità di fede

  1. Ecco quale è la mia opinione sulla storia del battesimo: quello che la chiesa professa come “peccato originale” non è altro che l’incesto.
    L’incesto è un passaggio inevitabile alla legge primaria della materia per la moltiplicazione, divesificazione,crescita ed avoluzione.
    Il rito ed il simbolo influenzano molto le coscienze ancora chiuse, quindi in origine per accelerare la distillazione della razza il rito del battesimo intendeva aiutare codesta nella sua purificazione dall’incesto originario e ancora praticato in quanto l’energia sessuale parentelare è ancora potente.
    Come ogni cosa però, quando cessa il suo scopo, se non viene corretta, inverte la rotta e da effetto positivi diventa negativo. (vale anche il contrario)
    Ora siamo arrivati ad essere molti sulla terra, se non viene spiegata la verià sul “peccato originale” e sul suo rito correttore “battesimo” ed il tabù sul sesso l’umanità imploderà su se stessa diventanto sterile, per il semplice fatto che lo spirito vitale non lo si può mortificare all’infinito. I più forti e coraggiosi si ribelleranno e i deboli, i superstiziosi, i timorati del castico di dio, i bigotti, i
    codardi, i pavidi, gli ignavii, i fraudolenti collasseranno su se stessi per mancanza di forze.

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...