L’era dell’acquario di la da venire

Mancano ancora 6oo anni all’inizio dell’era dell’acquario, “l’Era della ragione”

https://www.google.com/search?client=ubuntu&channel=fs&q=http%3A%2F%2Fwww.rosacroceoggi.org%2Ffoglietti%2F05era_acquario.htm&ie=utf-8&oe=utf-8

” il Sole si trovava nel primo grado di Ariete nel 498 A.C.. Siccome Ariete conta 30 gradi ed il Sole si sposta all’indietro di circa un grado ogni 70 anni, appare evidente che entrerà nell’Acquario non prima dell’anno 2.600. Solo in quel momento si potrà dire di essere nell’Era dell’Acquario. Essa durerà circa 2.100 anni, il tempo necessario affinché il Sole, retrocedendo, passi attraverso tutti i 30 gradi di questa costellazione.”

“La Ragione” potrà diventare dote e patrimonio universale . E’ gia iniziata la costruzione della strada che porterà verso questa meta, grazie a uomini coraggiosi ed invisibili che hanno sperimentato su se stessi il percorso, tracciandolo, per essere da guida senza apparire.

Molti falsi profeti appariranno ad incantare le moltitudini. Costoro saranno dei selettori inconsapevoli di una umanità che si rifiuta o non è ancora pronta a diventare adulta.

Disfarsi degli dei (senza abbandonale la magia) sarà una necessita perché la “ragione” metterà a confronto la logica che scaturisce da onestà intellettuale e coerenza, con le dottrine religiose scaturite da esigenze di ordine sociale, igiene e finalizzate a vietare l’ incesto che avrebbe allungato i tempi della distillazione della razza umana.

Il mondo girerà al contrario ovvero ci sarà una conversione di rotta perché le favole raccontate dai detentori di “sacre verità” appariranno infantili ed obsolete.

Guardare indietro sarà necessario per mettere al gisuto posto ogni grande evento della nostra storia, ma una volta chiarita l’origine ed il cammino intrapreso sino ai nostri tempi, comprendendo anche l’origine della nostra ferocia e stupidità, dovremmo procedere di buon passo verso la nuova era. Seicento anni non sono poi tanti.

Ci aspettano secoli di grandi cambiamenti individuali e collettivi, non ci sarà posto per i pavidi, i mendicanti, i timorati di dio, i buoni a titolo gratuito, i furbi stupidi, gli arroganti. Sarà tutta gente che si smaschererà da sola. E se ne cominciano a vedere i primi accenni.

La repressione intellettuale, fisica e culturale  ad opera delle religioni non avrà più necessità di esistere.

I giovani impareranno a difendersi dai soprusi. (quando un genitore insegrà al proprio figlio a governare la propria sessualità e conoscerla facendore uso cosciente, nessun pedofilo potrà importunarlo) giusto per fare un esempio attuale.

In questi seicento anno si avvicenderanno tempi di grandi sconvolgimenti e non solo terrestri.

Cadrà l’illusione di diventare ultracentenari. La medicina allopatica non sarà più considerata come la panacea universale. Pagheremo a caro prezzo questa certezza.

Intanto oggi noi siamo le cavie della sperimentazione. Le lobby farmaceutiche sono un circolo vizioso: sperimetazione umana, vendita, finanziamento alla sperimetazione ma il fine non è quello di salvaguardare la salute pubblica. Profitto e potere sono al primo posto. La pericolosità del farmaco allopatico inteso come la sola cura  definitiva e certa, nasconde la distruzione del patrimonio endogeno di autodifesa del corpo e un accumulo tossico letale. L’unico traguardo sarà la conoscenza acquisita, che servirà ai posteri più saggi di noi come utilizzarla degnamente.

L’orgoglio dettato dalla convinzione di essere diventati grandi e potenti ci apparirà come il più grosso abbaglio e gli errori commessi oramai incorregibili si riverseranno alle immediate generazioni.

Il maschio e la femmina dovranno diventare uomo e donna, nel senso che il sesso dovrà essere vissuto ed inteso per quello che è…. un piacevole gioco atto anche alla prosecuzione della specie.  Non sarà più necessario ne appagante farne commercio materiale e psicologico.

L’uomo scoprirà che l’unico giudice alberga in se stesso. Sarà padrone della propria vita e comprenderà a pieno il significato del libero arbitrio.

Questo concetto di vita, dovrebbe portare l’uomo a fare un salto di qualità come specie raziocinante senza dimenticare quella fiammella che dovrebbe illuminare il cammino individuale e quindi collettivo. “uomo raziocinante con l’animo fanciullo”

Forse, l’era dell’ACQUARIO sarà il simbolo del lavaggio delle coscienze. Lavaggio inteso come distillazione delle origini incestuose per necessarie ed obbligate leggi terrene .

Sulla terra le leggi dello spirito che alberga in noi, hanno dovuto mischiarsi con quelle della materia. Quando si parla di “serpente con le piume” s’intende il sesso ripulito dalle origini incestuose, omosessuali, pedofile. Quando la sessualità si sarà liberata di questo retaggio (necessario per moltiplicarsi e comunicare quando si era in pochi e le coscienze erano chiuse e il linguaggio non ancora formulato) la coscienza potrà salire verso l’alto di noi stessi ed illuminare il cammino. Cadranno tutte le religioni che, pur se necessarie, hanno morrificato e seviziato lo spirito umano. Il sesso sarà vissuto per quello che è: un piacere terreno vissuto senza paura, inteso come distillatore di fatiche fisiche e psichiche e trasformate in atto di piacere liberatorio. Questa energia liberata darà origine, attraverso l’atto sessuale, ad una nuova specie di uomo e di umanità.

In pratica nasceranno uomini liberi da quello che viene definito “PECCATO ORIGINALE”  che tradotto in parole raziocinanti trattasi di “INCESTO ORIGINALE” rimasto latente nell’incoscio a causa dei tabù.

Per arrivare a tanto dovremo passare per una strettoia che metterà alla prova il singolo e la collettività. Prova di coraggio per liberarci, dalla paura di morire di fame, dall’ingordigia che fagocita ogni energia senza saziarsi mai, dall’invidia di chi è stato più dotato dalla vita, e terrore della morte.

Il momento storico che stiamo vivendo rappresenta un passaggio determinante per la comunicazione, che sta diventando planetaria grazie ad INTERNET, ma allo stesso tempo le tecnologie, più sono sofiticate, più incidono sul clima, sul tempo, sull’intero ecosistema planetario.

Dai giganti non possiamo aspettarci molto, salvo togliere loro ossigeno, frenando i consumi e non solo quelli mangerecci.

Tutti e mai come ora siamo destinati a collaborare responsabilmente per una umanità più adulta. Le vittime non saranno innocenti ma causa delle loro stesse avversità e comprenderne la “ragione” sarà motivo di riscatto.. Ad ognuno la vita gli  presenta sempre l’ccasione.

Riporto altri calcoli dal sito:

http://www.risveglio.net/lemmi/precessione.html

anno 6195 a.C. : inizio Età di Gemini

anno 4035 a.C. : inizio Età di Taurus
anno 1874 a.C. : inizio Età di Aries
anno  285 d.C. : Inizio Età di Pisces
anno 2444 d.C. : inizio Età di Aquarius

Annunci

Una risposta a “L’era dell’acquario di la da venire

  1. …I like this post! 🙂

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...