Non è un articolo ma….

A tutti i cittadini degni di appartenere a questa Repubblica
pubblicato da Marisa Bonsanti il giorno sabato 12 febbraio 2011 alle ore 0.23

Esiste una sottile, subdola ed indegna guerra rivolta al nostro Presidente della Repubblica, sostenitore dell’unità d’Italia, contro il quale si rivolge una corrente politica profumatamente pagata con denaro e poltrone per remare allo sfascio di questo paese, la stessa corrente politica che oggi può parlare solo perché vive in una nazione fondata sullo stato di diritto della quale sono indegni cittadini.

Il 17 marzo sarà festa e faremo festa in onore di tutti coloro che hanno contribuito a far progredire questo paese nella civiltà e nella cultura, a dispetto degli arroganti, ignoranti,incivili, prepotenti che sono in minoranza ma sembrano tanti perché sono costretti a fare tanto rumore altrimenti non esisterebbero.



Annunci

2 risposte a “Non è un articolo ma….

  1. Tutti questi principi e la stessa costituzione furono introdotti nella forme e formulazioni ora note, per prevenire gli abusi allora appena trascorsi ad opera del fascismo. Ovviamente i più accesi sostenitori antifascisti risultarono i comunisti.Non però per un loro maggior senso di amor patrio, ma per introdurre una supremazia interessata sulle altre componenti sociali e politiche. Pertanto in considerazione che moltissimi Stati e Nazioni al mondo ,sono giustamente antifascisti ,mentre nessun paese al mondo ha una costituzione anticomunista. L’attuale costituzione ,non va presa per vangelo ma riveduta e corretta. Non dimentichiamo le uccisioni opportuniste dei partigiani rossi ,che non furono solo quelle già oltremodo barbare di ordine politico, ma furono fatte anche per appropriarsi di ricchezze altrui e per vendette personali. Non dimentichiamo inoltre il consociativismo subito e permesso dalla democrazia cristiana a favore del PCI e dei suoi ministri ombra. Non dimentichiamo il sistema mutuato in Italia dal Pci con il quale, oprovocando scandali fittizi e azioni della magistratura ci si è liberati in sessant’anni d’innumerevoli avversari politici,(es:Leone,Tanassi,Andreotti,Craxi,Mastella). Non dimentichiamo le eliminazioni fisiche degli uomini dello stato e della società civile da parte delle brigate rosse. Ora è venuto il momento dunque di una costituzione che sia anche anticomunista oltre che antifascista e che venga riformata dalle ipocrisie di santità che le si attribuiscono. E’ divenuto ora giusto non dimettersi più dagli incarichi politici prima dei tre gradi di giudizio . Considerato infatti l’uso strumentale e storico della calunnia e dell’azione penale preordinata e premeditata. Perché ci si dovrebbe dimettere ancora oggi come in passato, per delle calunnie volontarie e per l’azione infame della giustizia di staliniana fattura? Inoltre per i cattocomunisti sarebbe venuto anche il momento di meditare che la calunnia non è solo un reato ma che è anche peccato di giudizio temerario.
    Napolitano non è dunque San Pio e bella ciao non è il salve Regina.
    Saluti italiani veri e tricolori,( senza falce e martello e senza littorio), da un ex dirigente comunista ora rinsavito dalla storia emersa.
    In rete mi trovi come vincenzo russo filosofo neo eleatico pitagorico ,autore della teoria unificata dell’universo fisico e mentale, ispirata da San Pio da Pietralcina.

    Mi piace

  2. http://merylho43.wordpress.com/2010/06/11/il-parlamento-e-il-nostro-specchio/

    Il Presidente della Repubblica, va rispettato e difeso per il ruolo istituzionale che rappresenta, fino a quando si dimostra garante della costituzione, la cui riforma va si aggiornata ma da chi?
    Fino a quando non ci saranno generazioni libere e liberate dal passato, nessun aggiornamento obiettivo può essere apportato.
    Chi oggi ha il coraggio di dire la verirà su Mattei, Moro, Ustica, Dalla Chiesa, Falcone e le centinaia di morti per strage?
    Fino a che un popolo non conosce la verità sul passato anche il più oscuro e scabroso, nulla potrà essere modificato pena il ripetersi degli inganni e di conseguenza gli errori.

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...