Riflessioni sul peccato originale

Il darwinismo non può lasciare indifferenti le chiese cristiane, dato che mette completamente fuori gioco il loro fondamento comune, ovvero l’esistenza di Adamo ed Eva e la storicità del peccato originale……
Senza il peccato originale infatti – come vide bene Agostino – viene meno la necessità di un redentore, la morte di Cristo perde il suo valore espiatorio, e la Chiesa perde di conseguenza l’oggetto del suo monopolio (la Grazia salvifica da amministrare ed elargire al suo gregge tramite i vari sacramenti, strumenti di controllo sociale). Il che non è poco!
Forse un cristiano aderente all’eresia di Pelagio (che non credeva nella trasmissibilità del peccato originale) avrebbe meno problemi ad accettare Darwin. Ma dove sono i pelagiani oggidì? 🙂
Il cattolicesimo, i vari protestantesimi, e le chiese ortodosse non possono fare a meno del peccato originale (e quindi di Adamo ed Eva) dato che costituisce il fulcro delle loro dottrine teologiche e la base della loro auto-legittimazione. In altre parole: senza la malattia da curare (il peccato originale) vengono meno i medici (le varie chiese cristiane) dato che la medicina (la Grazia, di cui si ritengono depositarie, e che elargiscono tramite il Battesimo) non è più necessaria.
Ecco perché non basta allegorizzare il contenuto della Genesi per conciliare Darwin con i vari cristianesimi istituzionali; bisognerebbe piuttosto dichiarare NON ISPIRATA la Lettera ai Romani di Paolo, laddove afferma a chiare lettere che “a causa di un solo uomo (Adamo) è entrata nel mondo la morte”: cosa che nessun cristianesimo attuale potrà mai fare, se non a costo di rinnegare sé stesso.

Advertisements

3 risposte a “Riflessioni sul peccato originale

  1. Eppure una verità ermetica esiste sul peccato orinale e sarebbe ora i svelarla, vale a dire l’INCESTO quale passaggio obbligato in quanto in origine la specie era di rari individui (anche se penso che ci fu un’era di ermafroiti precedenti a quella attuale che si è diversificata in maschi e femmine attraverso il succedersi delle generazione, ruoli e necessità molteplici di sopravvivenza).
    Tutto parte dai divieti imposti sottoforma di castigo di dio se infranti (altrimenti nessuno li avrebbe seguiti) , ma erano divieti finalizzati ad evitare malattie e morte e deformità che si verificavano dall’accoppiamentoINCESTUOSO”

    Come tutte le leggi, raggiunto il fine occorre modificarle e spiegarne la ragione altrimenti diventano alienanti.
    Solo i piu intelligenti, parimenti umili e coraggiosi rinnegheranno se sessi se accetteranno un nuova chiave di lettura sugli eventi che ci hanno preceduto.

    Mi piace

  2. Ma,quale peccato originale.L’uomo e la donna e tutti gli altri animali sono stati creati mortali.Nel DNA della cellula c’è un orologio biologico che a un certo punto ,secondo la razza,attiva le malattie per porre termine alla vita.Immortalità non può esistere altrimenti ora sulla Terra saremmo in miliardi e non troveremo più cibo .Senza peccato originale le varie congreghe religiose dovrebbero sparire perchè non hanno più niente da dire.Torno a ripetere che osservando la Natura si avverte la presenza di ” Qualcuno”che ha creato la moltitudine delle Galassie :

    Mi piace

  3. teologo cattolico

    intanto un ciao a tutti, da tanto non facevo una capatina sul sito

    però …mmm…questo articolo è una sintesi di errori, o almeno di imprecisioni.

    Intanto non si capisce come darwin metta fuori gioco esistenza di un primo uomo e prima donna. Inviterei poi autori a leggersi qualcosa sulla riflessione recente intorno a poligenismo e monogenismo, anche un Grelot, riflessioni sul pecc originale, o un flick alszeghi su stesso tema);

    soprattutto aggiornarsi su lettura storico critica e racconto eziologico genesiaco…ma su questo so che i magini di incontro sono limitati, ho già avuo modo di discutere su stesso argomento in altre occasioni e senza risultato.

    Da un catechismo qualsiasi si ricava che il racconto delle origini (si chiaama proprio racconto, non teoria scientifica), intende sostenere alcune verità fondamentali, tra cui che tutto è creato da Dio e che ha un fine, il cui culmine è l’uomo.
    Sottolineo questo, perchè è proprio il punto messo sotto scacco da darwinismo. Se l’antica alleanza, per citare monod, viene infranta da darwinismo – e altre teorie scientifiche – è per il polo casuale dell’evoluzione (speciazione avviene per caso+selezione ). é l’aspetto casuale che rende darwin in attrito con concezione cristiana occidentale e monoteistica in generale, non la tensione con creazione fissista dei sei giorni, o con esistenza di un primo uomo (o gruppo primitivo di umani).

    se infatti l’uomo poteva essistere come meno in quanto frutto del caso, viene a mancare la dimensioe assiologica e dunque provvidenziale della creazione, la stessa redenzione cristiana (incarnazione e rex,) sarebbe essa stessa puramente casuale e non frutto di predestinazione da sempre, in Dio. Ripeto che il problema del darwiismo non è collegato alla creazione biblica, alla lettura più o meno allegorica, all’esistenza di un primo uomo, o alla comprensione dell’ereditarieèta e trasmissione del peccato, ma alla accidentalità dell’esistenza umana, legata per darwin da una mutazione genetica che poteva avvenire come no ( si può estendere lo stesso problema alla casualità dell’abiogenesi e problemi cosmoligici sulla formazione di questo tipo particolare di universo tra molti).

    Per converso nella misura in cui si riesce e trovare un principio razionale e dunque di necessità per la comparsa dell’uomo sulla terra la questione si risolve (ad esempio con pricnpio di autorganizzazione della materia, come sostenuto da alcune correnti neolamarkiste non ingenue). O idea degli infiniti cicli dell’universo (big bounce mi sembra si dica), o universo a bolle (ossia presenza di tanti universi…anche qui se non cito male)

    il mio intervento è solo per collocare e centrare meglio il problema, altrimenti si sollevano questioni che non esistono.
    un saluti a tutti

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...