Le donne sono molto più sensibili alle forze telluriche terrestri degli uomini

Da molti anni ormai è possibile registrare le onde sismiche, allo stesso modo delle onde cerebrali. Sono stati progettati sismografi abbastanza sensibili da raccogliere vibrazioni della terra che noi non siamo in grado di percepire a livello cosciente. Questi dati segnalano l’imminenza di scosse telluriche anche dall’altra parte della terra. Durante il terribile terremoto cileno del maggio 1960, ad esempio, l’intero pianeta risuonò come un gong con oscillazioni di onde lunghe che duravano fino a un’ora. Ma recentemente è stato scoperto che un terremoto è anche accompagnato e preceduto da periodi di vibrazioni a bassa frequenza che cadono in un raggio da sette a quattordici cicli per secondo. Esse incominciano alcuni minuti prima della scossa e costituiscono un sistema di preallarme al quale molte specie sembrano rispondere. I giapponesi, che abitano in una zona molto terremotata, hanno sempre allevato pesci dorati per questa ragione. Quando il pesce comincia a nuotare in modo disordinato, i proprietari si affrettano a uscire di casa prima di essere intrappolati dalle mura cadenti (béh per lo meno quelli che non abitano in modernissimi edifici antisismici). I pesci hanno il vantaggio di vivere in un elemento che trasmette bene le vibrazioni, ma anche gli animali che vivono nell’aria sono in grado di raccogliere segnali d’allarme. Ore prima di un terremoto, conigli e cervi sono stati visti correre via, in preda al terrore, dalle zone di epicentro. Alcune persone, specialmente le donne, sono ugualmente sensibili a queste frequenze, circostanza questa, che non deve sorprendere, essendo le donne molto più familiari alle forze telluriche terrestri. La cosa che le vibrazioni terrestri, le maree aeree e i raggi cosmici hanno in comune è che esse operano a un energia molto bassa ed emettono segnali estremamente sottili. La capacità apparentemente soprannaturale della vita di rispondere a stimoli come la posizione della luna non vista, la concentrazione di invisibili ioni, e la precisa influenza magnetica di un pianeta all’orizzonte, possono essere attribuiti a un singolo fenomeno fisico: il principio di risonanza.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...