Il valore dell’eresia

Da L’Altra Città:

“Il valore dell’eresia” avvia un discorso inconsueto sull’eresia. In primo luogo una testimonianza di vita comunitaria che si tiene lontana sia dal rifiuto pregiudiziale dell’eresia che dalla sua mitizzazione. L’eresia esaminata soprattutto dal punto di vista dell’ortodossia è stata considerata come deviazione, imperfezione, errore o pervertimento di una verità presuntamente assoluta.

L’intento dell’autore è andare oltre questa consuetudine, senza tuttavia ignorarla, e applicarsi all’eresia come realtà positiva, dinamica, come forza generativa in espansione, osteggiata da un’altra forza opposta: il potere, la stabilità, il conformismo, la gerarchia.

Di questa vitalità dell’eresia Enzo Mazzi ci propone importanti esempi storici, diversi e lontani tra loro, quali Gioacchino Da Fiore, Giordano Bruno, Girolamo Savonarola, Ernesto Bonaiuti, Teilhard De Chardin. Per poi passare a descrivere la forza eretica dei movimenti dal basso, delle istanze di liberazione che si battono contro le logiche di potere e le impostazioni inquisitoriali che continuano a sopravvivere e anzi a riprendere forza nel mondo contemporaneo.

Originale

Ndr:

Il termine “eresia” sembra più pertinente relativamente ad ambiti religiosi, ma il valore e l’importanza dell’atteggiamento “eretico” si riferisce a tutti i campi della scienza, della cultura, della religione, delle tradizioni, dell’esperienza, della vita…

“Enzo Mazzi è stato tra gli animatori dell’esperienza fiorentina della Comunità dell’Isolotto ed è un noto esponente del movimento delle comunità cristiane di base” (Da L’Altra Città). Pertanto la sua “eresia” in qualche modo è nell’ambito di una fede rivelata, per cui ci sembra limitata e non completamente libera da condizionamenti…

Forse potrebbe essere più opportuno un termine come “apertura mentale” in quanto valida per tutta l’esperienza umana. Un atteggiamento fondamentale che comporta la capacità di dubitare, di farsi domande, di non prendere nulla per assoluto.


Advertisements

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...