Maledetto celibato!

Da Tafanus – di don Aldo Antonelli:

Aldo-Antonelli E’ una litania infernale che non finisce più: violenze e stupri, ricatti e terrorizzazioni, pedofilie e adescamenti. Tutto nei luoghi più impensati, sacrestie e confessionali, chiese e canoniche, conventi e seminari. Un dilagare senza confini: in Irlanda come in Germania, in America come in Italia, nel sud come nel nord del mondo. Una vergonga trasversale che impiastra ogni categoria: preti, frati, suore, seminaristi, coristi e sacrestani. E chi più ne può più ne metta; tanto la realtà, temo, sorpassa ogni immaginazione.

Di fronte a questo sfacelo cosa fanno i nostri vescovi? Dapprima cercano di coprire, serrare sotto il silenzio spesso omertoso e connivente il pus maleodorante dell’infezione. Poi, costretti dalle denunce delle vittime e, soprattutto, dal clamore della stampa, cominciano a chiedere perdono e a “saldare” in denaro contante i danni psichici e morali inferti e a punire e a reprimere.

Mai che mai cominciassero ad interrogarsi: incapaci di ogni ripensamento, vanno avanti come i muli, ciechi e testardi, insensibili al grido delle vittime e schiavi solo delle loro fissazioni e delle loro fobie. Questo sono i vescovi che ci ritroviamo. A questo moloch della legge celibataria sono disposti ad immolare persone e istituzioni. Ad un numero sempre più ristretto di sacerdoti sempre più anziani e con doppio e triplo incarico partorale corrispondono parrocchie sempre più vuote e senza una guida.

Originale

Advertisements

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...