“Perché trattate così bene Berlusconi?” Don Farinella scrive al cardinal Bagnasco

Da La Repubblica:

Egregio sig. Cardinale,

viviamo nella stessa città e apparteniamo alla stessa Chiesa: lei vescovo, io prete. Lei è anche capo dei vescovi italiani, dividendosi al 50% tra Genova e Roma. A Genova si dice che lei è poco presente alla vita della diocesi e probabilmente a Roma diranno lo stesso in senso inverso. E’ il destino dei commessi viaggiatori e dei cardinali a percentuale. Con questo documento pubblico, mi rivolgo al 50% del cardinale che fa il Presidente della Cei, ma anche al 50% del cardinale che fa il vescovo di Genova perché le scelte del primo interessano per caduta diretta il popolo della sua città.

Ho letto la sua prolusione alla 59a assemblea generale della Cei (24-29 maggio 2009) e anche la sua conferenza stampa del 29 maggio 2009. Mi ha colpito la delicatezza, quasi il fastidio con cui ha trattato – o meglio non ha trattato – la questione morale (o immorale?) che investe il nostro Paese a causa dei comportamenti del presidente del consiglio, ormai dimostrati in modo inequivocabile: frequentazione abituale di minorenni, spergiuro sui figli, uso della falsità come strumento di governo, pianificazione della bugia sui mass media sotto controllo, calunnia come lotta politica.


Lei e il segretario della Cei avete stemperato le parole fino a diluirle in brodino bevibile anche dalle novizie di un convento. Eppure le accuse sono gravi e le fonti certe: la moglie accusa pubblicamente il marito presidente del consiglio di “frequentare minorenni”, dichiara che deve essere trattato “come un malato”, lo descrive come il “drago al quale vanno offerte vergini in sacrificio”. Le interviste pubblicate da un solo (sic!) quotidiano italiano nel deserto dell’omertà di tutti gli altri e da quasi tutta la stampa estera, hanno confermato, oltre ogni dubbio, che il presidente del consiglio ha mentito spudoratamente alla Nazione e continua a mentire sui suoi processi giudiziari, sull’inazione del suo governo. Una sentenza di tribunale di 1° grado ha certificato che egli è corruttore di testimoni chiamati in giudizio e usa la bugia come strumento ordinario di vita e di governo. Eppure si fa vanto della morale cattolica: Dio, Patria, Famiglia. In una tv compiacente ha trasformato in suo privato in un affaire pubblico per utilizzarlo a scopi elettorali, senza alcun ritegno etico e istituzionale.

Lei, sig. Cardinale, presenta il magistero dei vescovi (e del papa) come garante della Morale, centrata sulla persona e sui valori della famiglia, eppure né lei né i vescovi avete detto una parola inequivocabile su un uomo, capo del governo, che ha portato il nostro popolo al livello più basso del degrado morale, valorizzando gli istinti di seduzione, di forza/furbizia e di egoismo individuale. I vescovi assistono allo sfacelo morale del Paese ciechi e muti, afoni, sepolti in una cortina di incenso che impedisce loro di vedere la “verità” che è la nuda “realtà”. Il vostro atteggiamento è recidivo perché avete usato lo stesso innocuo linguaggio con i respingimenti degli immigrati in violazione di tutti i dettami del diritto e dell’Etica e della Dottrina sociale della Chiesa cattolica, con cui il governo è solito fare i gargarismi a vostro compiacimento e per vostra presa in giro. Avete fatto il diavolo a quattro contro le convivenze (Dico) e le tutele annesse, avete fatto fallire un referendum in nome dei supremi “principi non negoziabili” e ora non avete altro da dire se non che le vostre paroline sono “per tutti”, cioè per nessuno.

Testo completo

Annunci

3 risposte a ““Perché trattate così bene Berlusconi?” Don Farinella scrive al cardinal Bagnasco

  1. finalmente un prete che non si nasconde: complimenti!
    riguardo al referendum che la chiesa fece fallire (presumo quello sulle staminali): io sono cieca perché dopo un incidente di moto rimasi ipovedente grave ma in italia non hanno potuto sperimentare terapie previste da quel referendum, così dopo pochi mesi..
    e vorrei farvi leggere la risposta che ho ricevuto per essermi sbattezzata: se usassero sempre questi toni andrebbe meglio, peccato che li usino solo chi non ha in tasca il potere di un berlusconi.
    un saluto, laura

    Mi piace

  2. Caro Don Farinella non ti conosco, ma devi essere un prete giovane, ancora pieno di entusiasmo e che crede veramente alla missione alla quale ti sei dedicato, ma purtroppo devi capire che la Chiesa, ai livelli alti, fa la voce grossa solo con chi non la può danneggiare.
    Magari il Presidente del Consiglio ha promesso più soldi alle scuole cattoliche.
    Con questo governo la Chiesa non paga L’ICI, l’acqua, ha interverti della protezione civile gratuiti e tanti altri privilegi che non ricordo.
    Insomma gli uomini di Chiesa hanno gli stessi difetti degli altri, basta vedere Lo IOR.
    Se vuoi fare il Santo allontanati da loro, che non sono diversi dai Farisei e vai a fare l’eremita.
    Se invece vuoi aiutare il prossimo continua a fare il sacerdote sapendo che la Chiesa scende sempre a compromessi … per il suo bene.

    Mi piace

  3. Pingback: Merylho43

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...