Influenza, sesso, salute e benessere

Da Il Meglio di Te:

Avere costanti e regolari rapporti sessuali favorirebbe una maggiore produzione di meccanismi immunologici specializzati. Si tratta delle IgA e dei macrofagi alveolari. Adesso, quindi, non è solo la mela, ma anche un pò di sesso al giorno a togliere il medico di torno. Lo afferma uno studio realizzato dalla Wilkes University della Pennsylvania e pubblicato sull’autorevole rivista americana New Scientist.
I ricercatori Carl Charnetski e Franck Brennan, sono riusciti a dimostrare la stretta relazione tra attività sessuale e le difese naturali del corpo contro le infezioni delle vie respiratorie.

Le IgA sono delle immunoglobuline presenti nel sangue dove svolgono però una funzione marginale. La loro più nota e efficace azione è quella di difesa nelle secrezioni: lacrime, salive, muco nei bronchi e dell’intestino sono particolarmente ricchi di questi anticorpi che si dispongono sulle relative superfici, formando una “vernice immunologica” che impedisce l’attecchimento dei germi. I macrofagi sono, invece, delle particolari cellule, che assolvono la funzione di veri e propri “spazzini”in grado di degradare la maggior parte delle sostanze che penetrano delle vie respiratorie.

E’ stato accertato che non solo chi fa poco sesso ma anche chi ne fa tanto e in maniera irregolare, ha una forte riduzione delle difese immunitarie, perché il relativo e inevitabile stress riduce i livelli di IgA e dei macrofagi alveolari.

Infatti, fare sesso regolare, a livello biochimico, non è solo direttamente terapeutico per tutte le malattie da raffreddamento, ma abbassa il livello di stress che, riducendo il livello immunitario, è causa della maggior parte delle patologie. Proprio per tale motivo chi ha una regolare e attiva vita sessuale si ammala meno! Quando facciamo attività sessuale, scateniamo una tempesta ormonale capace di attivare tutti i nostri sistemi neuroendocrini. Tra l’altro si ha un aumento notevole della dopamina, un neurotrasmettitore appartenente alla famiglia delle endorfine, più comunemente conosciuto come l’ormone del …piacere, che le industrie delle droghe di sintesi cercano di riprodurre in laboratorio.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...