La Libreria e Università di Alessandria – Origini del Cristianesimo

Nella loro creazione del Cristianesimo, i Terapeuti avevano a loro disposizione l’università e la libreria di Alessandria, che era stata fondata da Alessandro il Grande come un centro internazionale di studio. Veramente, al suo apice la Libreria di Alessandria era un vasto deposito di circa 500.000-700.000 manoscritti raccolti da tutto intorno al mondo. Doane mette in risalto l’importanza di Alessandria:

In Alessandria in Egitto, c’era una immensa libreria, fondata dai Tolomei….Ivi si riversavano a questo grande centro intellettuale, studenti da tutti i paesi. È stato detto che ad un certo punto c’era la presenza di non meno di quattordicimila persone. In seguito anche la chiesa Cristiana ricevette da essa alcuni dei più eminenti dei suoi Padri, come Clemente Alessandrino, Origene, Atanasio, ecc. 39

Taylor descrive la natura e il clima della libreria e dell’università di Alessandria:

La prima e più grande libreria che ci sia mai stata nel mondo, era ad Alessandria in Egitto. La prima e quella più perfida di tutte le istituzioni-università tra gli uomini, era l’Università di Alessandria in Egitto; dove pigri monaci e scaltri fanatici trovarono per primi il vantaggio di riunirsi insieme, per conservare i privilegi e i vantaggi dell’apprendimento per se stessi, ed escogitare sacri misteri e leggende ispirate, da distribuire quando l’arte lo avesse richiesto, per la perpetuazione dell’ignoranza e della superstizione, e conseguentemente del predominio di imbroglioni e Gesuiti, santi ipocriti, e furfanti riveriti.

I manoscritti di maggior valore delle scritture Cristiane sono i Codici Alessandrini. I primissimi vescovi dei quali noi abbiamo qualche resoconto, erano vescovi di Alessandria. E’ difficile che ci sia uno dei più eminenti padri della chiesa Cristiana che non sia stato educato e addestrato nelle arti dell’inganno sacerdotale, nell’Università di Alessandria – la grande fogna di sudiciume [“impurità nauseanti”] dei fanatismi.40

Sulla creazione del Cristianesimo da parte della fratellanza Terapeuta, Taylor dice:

I Terapeuti d’Egitto, dai quali sono discese le orde giramondo dei Giudei e degli Zingari, avevano trovato bene con quali arti l’umanità avrebbe dovuto essere convinta; e come essi vantavano la loro conoscenza delle qualità sanatorie di erbe da tutti i paesi; così nelle loro estese peregrinazioni attraverso tutte le regioni della terra allora conosciuta, essi non avevano fallito nel portare a casa, e rimodellare secondo i loro scopi, quei sacri incantesimi o romanzi religiosi, che essi trovarono che erano stati rifilati con successo sulla credulità di nazioni remote. Quindi il Chrishna Indiano avrebbe potuto diventare il capo Terapeuta dell’ordine spirituale dei medici.

Nessun principio fu tenuto più sacro di quello della necessità di conservare gli scritti sacri fuori dalla conoscenza del popolo Nulla avrebbe potuto essere più sicuro dal pericolo di scoperta della sostituzione, con un limitato cambio di nomi, “della Divinità incarnata del Romanzo Sanscrito” nel fondatore immaginario del collegio Terapeuta. Quello che era stato detto che era stato fatto in India, avrebbe ben potuto essere detto che fosse stato fatto in Palestina. Il cambio di nomi e luoghi, e il mischiare con vari schizzi di mitologia Egizia, Fenicia, Greca e Romana, avrebbe costituito un camuffamento sufficiente per sfuggire dalla languida curiosità dello scetticismo infantile. Una conoscenza (che era nella possibilità) di acquisizione di pochi, e che gli interessi più forti possibili legavano quei pochi a mantenerla inviolata, sarebbe presto svanita interamente dalla documentazione della memoria umana. Un’abitudine, continuata a lungo, di imporla ad altri col tempo avrebbe sottomesso le menti degli impositori stessi, e fatto in modo che essi diventassero alla lunga i polli del loro stesso inganno, dimenticando la temerarietà nella quale le loro prime asserzioni avevano avuto origine, per prendere l’infezione della credulità prevalente, e credere la loro stessa bugia.41

Taylor riassume ulteriormente l’opera del vangelo dei Terapeuti:

Alcune intere scene del dramma sono state rifiutate, e alcuni emendamenti suggeriti dai primi critici sono state adottate nel testo; i nomi di Ponzio Pilato, Erode, Archelao, Caifa, ecc., presi da storie di Giuseppe e di altri, sono stati sostituiti al posto delle originali dramatis personae; e poiché è stato trovato espediente nascondere il plagio, per fingere una data più tarda, e una origine completamente diversa, sono stati introdotti dei testi, che impugnavano direttamente i sentimenti e le opinioni noti degli autori originali….. Quantunque essi devono essere ricevuti come la composizione di Giudei, contemporanei, ed anche testimoni delle scene e delle azioni che essi descrivono; comunque quelle composizioni tradiscono un così grande grado di ignoranza della geografia, delle statistiche, e delle circostanze della Giudea al tempo supposto, tanto da porre fuori di ogni questione, che gli scrittori non furono né testimoni né contemporanei – né Giudei, né in alcun tempo abitanti della Giudea…. I Terapeuti, noi vediamo, quantunque non Giudei, né abitanti della Palestina, Eusebio dice che, “è probabile che discendessero dagli Ebrei, e quindi erano abituati ad osservare molti dei costumi degli antichi, secondo un modo più Giudaico”.42

Nel creare il loro mito, i cospiratori Ebrei/Israeliti presero un Baal in più, Baal Giosuè, il Salvatore, e lo carnalizzarono di nuovo. Come il suo predecessore Giosuè, fu fatto in modo che Gesù fosse Israelita/Galileo/Samaritano, non un Giudeo, con Betlemme il suo luogo di nascita aggiunto più tardi per “adempiere la scrittura”. L’influenza Samaritana sul racconto del vangelo e su di esso è evidente, prima di tutto perché coloro che diedero il loro primo contributo, gli Gnostici Apollonio e Marcione erano considerati “samaritani”, come lo era Antiochia. Inoltre, anche se si fa in modo che Gesù chiami “cani” i Samaritani, egli stesso viene dichiarato dai Giudei un “Samaritano riempito di demonio”, al che, viene fatto in modo che risponda che egli non ha un demonio, senza negare che sia Samaritano. In realtà, i vangeli servono di fatto a elevare i Samaritani sopra ai Giudei. Per esempio, la memoria più duratura dei Samaritani è la storia del Nuovo Testamento del “Buon Samaritano”, nella quale i Giudei vengono fatti apparire cattivi. Anche, nel Vangelo di Giovanni, Gesù fu fatto andare contro ai Giudei col dare il benvenuto ad una donna Samaritana, che, quantunque sostenga di non avere alcun marito, le viene detto da Gesù che lei di fatto ne ha cinque, e “quello che hai ora non è tuo marito”. Questa “donna” con i “cinque mariti”, comunque, non è una persona ma il regno del nord di Israele, e questi “mariti” sono i “suoi” occupanti stranieri, Assiria, Persia, Egitto, Grecia e Roma, che comunque non è “il marito” della Samaria, o “baal”, o “signore”.

Nel Vangelo di Giovanni, infatti, i Samaritani accettano Gesù come Messia e “Salvatore del Mondo”, ma i Giudei tramano per ucciderlo. Come notato, Giovanni è un testo anti-Giudaico, con denigrazioni che vengono lanciate solo contro i Farisei, “sacerdoti e Leviti”, come anche “i Giudei”, ma nessuna menzione col nome dei Sadducei, che costituivano gran parte del sacerdozio Samaritano. Infatti, nel NT i Sadducei vengono menzionati per nome solo una dozzina di volte circa, mentre i Farisei sono nominati 100 volte e portano il peso del biasimo per la morte di Gesù. In aggiunta, i Farisei denigravano i Samaritani perché erano “aderenti alla Bibbia” e perché la interpretavano in un modo letterale, proprio come i Cristiani fanno fino ad oggi.43 Nel Talmud, i Samaritani sono riuniti insieme ai Sadducei, “seguaci di Gesù” ed altri “Gentili. Veramente, la parola codice Talmudica “Sadducei” si riferisce ai Gentili.

È chiaro che gli individui che Giudaizzarono gli sforzi Gnostico/Terapeuti principalmente erano non “Giudei” o Israeliti Farisaici ma Ellenizzanti, cioè, Samaritani Sadochiti/Sadducei. Così, la storia del vangelo serve per elevare non solo “i Giudei” come eletti di Dio ma anche il regno del nord sul regno del sud, con quello del sud che in realtà viene castigato per la sua interpretazione della legge. A questo riguardo, il personaggio di Gesù Samaritano è modellato secondo un Fariseo in modo che possa dibattere con “i Giudei” e usurpare il loro potere. I Giudei ortodossi Farisaici, infatti, hanno rifiutato il racconto fallace per 2.000 anni, riconoscendo nel loro Talmud che furono i Sadochiti/Sadducei che lo crearono e Giudaizzarono i libri del Nuovo Testamento.44 senza considerare le lotte intestine, il mito Cristiano fu una crescita derivata del pensiero “Giudaico”; fu l’estensione logica, infatti, dei convincimenti dei gruppi che “i Giudei” o Israeliti erano le guide spirituali dell’umanità, che il loro dio e la loro religione erano superiori a tutti gli altri, che la loro terra era benedetta sopra tutte le altre, e che la loro storia e il loro destino, e solo il loro, erano guidati e diretti da Dio. La versione Israelita della religione e del mito solare di fatto usurpò tutte le altre all’Ovest, poiché tutte le altre furono consegnate al loro proprio stato come miti, mentre la versione Giudeo-Cristiana, attraverso secoli di violenza e massacro, alla fine fu conservata come fatto.

Mentre il Cristianesimo “sorse su in migliaia di luoghi”, il suo seme germinò ad Antiochia e crebbe in forza ad Alessandria. Ma non sarebbe diventata una forza con cui fare i conti finchè le sue radici non fecero presa a Roma.

Citazioni:

39. Doane, 438-40.

40. Taylor, 61.

41. Taylor, 63-64.

42. Taylor, 78-81.

43. History of the Talmud, Rod Kinson, 1.

44. Tahnud, Sanhedrm lOOa-lOOb, fn 9, Soncino ed., p. 680.

Bibliografia

Da “The Christ Conspiracy” di Acharya s

Movimento LaicoResistenza LaicaCollaboratori di Resistenza Laica

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...