Cristianesimo prima di “Cristo” – Introduzione

La confusione riguardo gli Esseni e il Cristianesimo primitivo è comprensibile, perché c’era infatti una organizzazione ben stabilita, o “chiesa”, molto prima dell’era Cristiana, come è stato dimostrato ripetutamente con riferimenti alle numerose fraternità, sacerdozi, sette e culti intorno al globo ma anche concentrati nell’area nella quale il dramma Cristiano si sostiene che abbia avuto luogo, cioè, Siria, Galilea, Samaria e Giudea. In realtà, come abbiamo visto, come il suo salvatore e la dottrina, la gerarchia del Cristianesimo era basata su una varietà di predecessori “Pagani”, quali i sacerdozi Mitraico e Brahaminico, come anche sul modello Ellenistico-Giudaico Sadochita/Sadduceo delineato nei rotoli del Mar Morto.

Quantunque si sostenga da parte dei Cristiani che tali fratellanze e organizzazioni non fossero esistite, esse sono rivelate anche per tutto il Nuovo Testamento, nel quale la nascente chiesa Cristiana viene già presentata come se avesse, nelle parole di Taylor, “la piena matura arroganza di una gerarchia già stabilita; vescovi che discutevano per le loro prerogative, e prelati insediati sul trono che chiedevano e ricevevano più che gli onori di sovranità temporale, dai loro servili vassalli, e che denuncia più che comminazioni di punizione temporale contro gli eretici che avessero presunto di resistere ai loro decreti, o discutere la loro autorità”.1 Ovviamente, una istituzione così stabilita non avrebbe potuto comparire da un giorno all’altro dal nulla ma era, di fatto, pre-Cristiana. Riguardo a questa organizzazione preesistente, Massey dice:

L’esistenza di Cristiani primitivi e pre-storici è riconosciuto nel vangelo secondo Marco quando Giovanni dice, “Signore, noi abbiamo visto uno che cacciava i demoni nel tuo nome, e non ha seguito noi”….. Secondo il resoconto in Matteo, prima che un discepolo fosse mai inviato o avesse potuto iniziare a predicare il Cristianesimo storico, c’era una organizzazione segreta diffusa pronta a ricevere obbligata a soccorrere quelli che erano inviati in ogni città di Israele. Chi, sono questi allora? Essi sono chiamati “I Degni”. Cioè, come con gli Esseni, coloro che avevano sostenuto le prove, dimostrati fedeli, e trovati degni. Secondo il racconto canonico questi erano Cristiani pre-storici, chiamati o Esseni o Nazareni; i degni, i fedeli, o i Fratelli del Signore.2

E Doherty afferma:

Entro una manciata di anni della supposta morte di Gesù, noi troviamo comunità Cristiane per tutto il Mediterraneo orientale, i loro fondatori sconosciuti…. Paolo non potrebbe spiegare tutti i centri Cristiani attraverso l’impero; molti erano in esistenza prima che egli vi giungesse….Una forma di fede Cristiana successivamente dichiarata eretica, lo Gnosticismo, precedette chiaramente la fondazione di credenze ortodosse e chiese in intere aree come la Siria del nord e l’Egitto. Veramente, la varietà completa di espressione Cristiana e della competitività nel primo secolo, come rivelata in documenti sia dentro che fuori dal Nuovo Testamento, è inspiegabile se tutto ciò fosse derivato da un movimento missionario singolo da una singola sorgente…. Paolo incontra rivali ad ogni anglo che interferiscono con il suo lavoro, le cui idee egli sta cercando di combattere. I “falsi apostoli” contro cui egli si scaglia in 2 Corinti 10 e 11 stanno “proclamando un altro Gesù” e certamente essi non sono del gruppo di Pietro. Da dove vengono e dove trovano questi le loro idee? La risposta sembra inevitabile: il Cristianesimo era nato in migliaia di luoghi, nell’ampio terreno fertile del Giudaismo Ellenistico. Esso scaturì in molte comunità e sette indipendenti, che si esprimeva in una gran varietà di dottrine.3

Questo “altro” Gesù che era proclamato da un gruppo rivale era di fatto il Salvatore onnipresente non storico di numerosi culti e religioni della rete di fratellanza pre-Cristiana, e il suo nome era un incantesimo segreto usato, tra le altre cose, per “cacciare i demoni”.

L’esistenza di chiese “Cristiane” prima di “Gesù di Nazaret” è attestato anche dall’autore dell’Epistola ai Filippesi attribuita al padre della Chiesa primitiva “Policarpo” (69? – 155?), nella quale egli dice di Cristo, “Poiché egli si glorifica in voi in tutte le chiese che allora conoscevate solo Dio; poiché noi allora non lo conoscevamo”.4

Citazioni:

1. Taylor, 84.

2. Massey, GHC, 10.

3. ‘The Jesus Puzzle,” Net.

4. The Lost Books of the Bible, 196.

Bibliografia

Da “The Christ Conspiracy” di Acharya s

Movimento LaicoResistenza LaicaCollaboratori di Resistenza Laica

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...