Gli Esseni

Non solo non ci fu un Cristianesimo “primitivo” di amore e pace che si possa far risalire agli Esseni, (ma) molti degli insegnamenti propri di Gesù erano in contraddizione o inesistenti nella filosofia Essenza, e il personaggio di Gesù e un certo numero di sue azioni erano contrarie all’idea che lui fosse un capo-guaritore Esseno. Per esempio:

Una povera donna Cananita viene a lui da lontano e lo supplica di guarire sua figlia che è pesantemente ossessa. “Abbi pietà di me, o Signore”, lei prega. Ma egli non le risponde una sola parola. I discepoli, bruti come erano, se la scena fosse stata reale, lo pregarono di mandarla via perché essa gridava a loro. Gesù rispose, e disse: “Io sono stato mandato solo alle pecore disperse della Casa di Israele”. Lei lo adora, egli la chiama uno dei cani.5 (Mk. 7:25-27; Mt. 15:21-27)

In questo passo, Gesù non solo non è compassionevole, ma è francamente rude, sessista e razzista. Così Gesù non è il “figlio di Dio gentile e amorevole”. Riguardo alla reputazione non meritata di Gesù come “Principe della Pace”, Baigent e Leigh chiedono:

Gesù era veramente il salvatore mite come un agnello della successiva tradizione Cristiana? Era egli veramente totalmente non violento? Perché, allora, si imbarcò in azioni violente, come rovesciare i tavoli dei cambia-monete nel Tempio?…. Perché, prima della sua veglia nel Getsemani, istruì i suoi seguaci di dotarsi di spade? Perché, poco dopo di questo, Pietro estrasse realmente una spada e tagliò di netto l’orecchio di un servo al seguito del Sommo Sacerdote?6

Il comportamento focoso e brusco del zelante Gesù, di fatto, è contrario alla moderazione e alla disciplina dei pacifici Esseni.

In aggiunta, gli Esseni non erano seguaci della Bibbia Ebraica, o dei suoi profeti; né essi sottosrcissero il concetto del peccato originale che richiedeva un salvatore. Essi non credevano nella risurrezione corporale o in un messia canalizzato. Infatti, era possibile che essi, tra innumerevoli altri, a cui ci si indirizzava nella Seconda Lettera di Giovanni: “Poiché molti ingannatori sono usciti nel mondo, uomini che non riconoscono la venuta di Gesù Cristo nella carne….” Gli Esseni reali, come descritti da Giuseppe, aborrivano la falsità, e diversamente dai padri Cristiani, non avrebbero creduto scioccamente quello che è incredibile. Inoltre, gli Esseni erano astemi e mangiavano per vivere, mentre il supposto Gesù Esseno in confronto risulta essere un ubriacone e un ghiottone.

Infatti, la 1 Timoteo falsificata, che sostiene di essere di “Paolo”, rivolge un attacco caustico ad individui che sembrano molto simili agli Esseni Palestinesi:

Ora lo Spirito dice espressamente che negli ultimi tempi alcuni si allontaneranno dalla fede dando retta a spiriti ingannevoli e dottrine di demoni, attraverso le pretese dei bugiardi le cui coscienze sono inaridite, che proibiscono il matrimonio e ordinano l’astinenza dai cibi che Dio ha creato per essere ricevuti con ringraziamento….

Assalendo quelli che proibiscono il matrimonio e predicano quello che è apparentemente vegetariano, “Paolo” si riferisce alla fraternità monastica Buddista, che proliferava per il mondo conosciuto e includeva gli Esseni.

Inoltre, gli Esseni studiavano gli scritti degli antichi e, essendo sparsi intorno alla Palestina, avrebbero certamente conosciuto la sua geografia e topografia. Mentre, come notato, gli scrittori del Nuovo Testamento non la conoscono, facendo numerosi errori nelle loro descrizioni geografiche.

Ma, nonostante tutte le disparità, molta gente ancora vuole etichettare gli Esseni come i primi Cristiani, perché, secondo il racconto Cristiano, la chiesa crebbe troppo rapidamente rispetto a quanto fosse possibile, con la sua gerarchia e organizzazione che aumentò rapidamente tutto intorno al Mediterraneo entro pochi anni e decadi, dimostrandone la preesistenza. Senza dubbio alcuni aspetti del Nuovo Testamento furono modellati sulla vita monacale dei bianco-vestiti Esseni, che alla fine vennero ingoiati dalla religione appena creata, come anche dal Giudaismo e qualsiasi altro dei vari culti. Comunque, gli aspetti Giudaici della personalità di Cristo sono principalmente Farisaici, non Esseni. Come asserisce Massey:

Provando che Joshua o Gesù era un Esseno, non ci sarebbe qui più riposo che in qualsiasi altro luogo per la suola del tuo piede sul terreno del fatto storico. Tu non potresti fare in modo che sia il Fondatore delle Fratellanze e comunità Essene, Nazzarite o Gnostiche dei Cristiani primitivi genuini che esistevano in vari paesi da un periodo molto lungo prima dell’Era chiamata Cristiana….Filone-Giudeo….era uno degli Esseni – ma non sembra che abbia incontrato il Vangelo di Gesù tra di loro, o udito di lui….7

Inoltre, Giuseppe era lui stesso un Esseno, poche decadi dopo il supposto avvento del grande capo Esseno che si sostiene abbia fatto un tale impatto, eppure lo storico non udì mai del Gesù “storico”. In altre parole, gli Esseni stessi non registrarono mai il Gesù del vangelo come uno di loro; né lo crearono loro. Né Giuseppe fece menzione nemmeno una volta delle numerose chiese Cristiane e gerarchie ben costituite che si sostiene siano sorte tutto intorno al luogo.

Citazioni:

5. Massey, GHC, 5.

6. Baigent & Leigh, xvi.

7. Massey, GHC, 6-7.

Bibliografia

Da “The Christ Conspiracy” di Acharya s

Movimento LaicoResistenza LaicaCollaboratori di Resistenza Laica

Annunci

Una risposta a “Gli Esseni

  1. sembra esserci un legame tra religione e controllo delle persone.
    in uno stato meditativo si attivano facoltà umane diversamente sopite.
    lavoriamo, discutiamo e celebriamo le nostre attività in modo mentale. Tuttavia la mente è uno degli strumenti in dotazione all’essere umano. c’è inoltre la mente, l’intelligenza, il corpo, lo spirito. le fedi religiose canoniche, fanno riferimento alla fede solo in un contesto fine a sé stesso. la bibbia dice che il corpo è il tempio dello spirito, e dunque c’è un legame tra corpo, mente e spirito. tuttavia la cultura e le religioni dividono e separano queste tre porzioni come se l’una non avesse relazione diretta con le altre.
    il tutto sembra avere lo scopo di depotenziare l’essere umano, renderlo fragile, insicuro, debole sotto ogni punto di vista.
    la spiritualità essena indica in taluni passi una unione delle tre componenti umane, che in altre religioni non si riscontra.
    a me pare un buon segno.

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...