La Bibbia, il Sesso e le Droghe

Nella nostra ricerca per accertare le origini del Cristianesimo e la natura del suo fondatore, noi abbiamo esplorato un certo numero di temi ed aspetti della cultura da tutto intorno al globo. Noi abbiamo anche toccato brevemente i soggetti controversi di sesso e droghe, che vengono solitamente omessi ed evitati nel tipo di analisi presente. Comunque, questi soggetti di fatto sono molto importanti nel determinare lo sviluppo della cultura umana in generale e della religione nello specifico. Veramente, essi costituiscono ancora un’altra parte dei misteri.

Per secoli, l’impressione data dai religionisti è che per essere una persona morale, uno non solo deve rinunciare alla sessualità ma disdegnarla, considerandola come se fosse una maledizione dal demonio invece che un “dono da Dio”. Lo stesso può dirsi delle droghe, almeno del tipo che ha qualcosa a che vedere con l’alterazione della consapevolezza, anche se tali droghe sono nella forma di piante “date da Dio”. Da qui, l’immagine di un individuo religioso o retto è fondamentalmente quella di qualcuno che deve avere sesso (eterosessuale) , se mai, solo con una persona all’interno di un matrimonio autorizzato; di essere in stato costante di procreazione; e di restare sobrio come “un giudice”. A quelli che pensano che la vita si deve gioire, invece che sopportare, questa immagine, a dire poco, rappresenta uno stato noioso e robotico.

La realtà è che ci sono stati tempi su questo pianeta quando le culture hanno riconosciuto pratiche sessuali sacre e piante sacramentali non solo come se fossero un dono da “Dio” ma anche come percorsi verso “Dio”, o la “Consapevolezza Cosmica”. Veramente, il sesso e le droghe sono stati considerati da tempo immemorabile come mezzi per creare unione con il divino, che è il motivo principale dietro al giro negativo messo su di essi dai religionisti, che insistono che solo loro, “Gesù” o qualche altra entità possono essere strade verso il divino. In realtà, è compito del sacerdote creare una separazione artificiale tra gli esseri umani e il “Dio” onnipresente. Comunque, poiché anche “Paolo” dice, “un intermediario implica più di uno; ma Dio è uno”; così, il sacerdote come intermediario è contrario non solo al senso comune ma anche alla dottrina Cristiana, che è una delle molte ragioni per cui alle masse era proibito per secoli leggere la Bibbia sotto la pena di morte. Queste pratiche sacre di sesso e droghe hanno così costituito un pericolo ai sacerdoti affamati di potere e ai loro leccapiedi politici, perché, come affermato, esse non richiedono nessun intermediario tra i praticanti ed il divino. Se una religione di stato onnipotente e dittatoriale avesse voluto avere successo, essa avrebbe avuto bisogno di distruggere questo concetto di sesso sacro e di droghe sacramentali dalla psiche umana e sostituirlo con la paura e il senso di colpa, in modo che quelli che avessero fatto sesso, per esempio, sarebbero stati portati a purificare se stessi di quelli che loro avrebbero percepito come peccati per mezzo della confessione o altra arte sacerdotale. Lo sfruttamento della debolezza umana riguardo al sesso in particolare funzionò egregiamente per i cospiratori sacerdotali, poiché essi poterono inveire contro di esso, sapendo molto bene che la gente avrebbe continuato a farlo, cosicché i colpevoli allora sarebbero stati costretti a ritornare ripetutamente alla Chiesa per l’assoluzione dai “peccati”.

Nonostante i migliori sforzi, comunque, i vari religionisti non riuscirono a sradicare le pratiche spirituali diffuse che utilizzavano sesso e droghe, anche sotto la pena di morte. In realtà, essi tennero queste pratiche per se stessi mentre ipocritamente predicavano i loro mali alle masse ed esortavano l’astinenza da esse. Come notato, insieme con la conoscenza dell’astrologia, l’uso di sesso e di droghe di fatto è stato parte della religione esoterica o “misteri” nascosta alle masse da fratellanze e società segrete che creano religioni exoteriche e volgari per le masse.

Veramente, questi “sacramenti” costituivano una parte significante dei misteri, poiché molte scuole e culti hanno utilizzato sesso e droghe nei loro riti di iniziazione. Uno di tali riti diffusi in relazione col sesso è la circoncisione, benché sia uno anti-sesso. Anche se si ritiene che sia un uso Giudaico, la circoncisione data indietro ad almeno il 2300 A.C. in Egitto e si trova ancora in altre parti dell’Africa, come anche nelle Figi, Samoa, Assiria, Fenicia, Messico e Sud America, prima dell’introduzione del Giudaismo e/o del Cristianesimo.1 In Egitto, erano solo i sacerdoti ad essere circoncisi, ma Israele era una “nazione sacerdotale”, così tutti i suoi maschi venivano circoncisi. In contrasto a questa mutilazione anti-sesso, comunque, ci sono stati vari rituali pro-sesso, come anche pro-droghe. Anche se essi hanno cercato ferventemente di mettere se stessi separati dal resto, fingendo di rigettare questi concetti sul sesso e droga, anche il Giudaismo esoterico e il Cristianesimo hanno utilizzato questi riti e rituali.

Ovviamente, c’è un lato negativo per il sesso e le droghe, come c’è virtualmente per ogni esperienza umana. Comunque, le culture e gli individui maturi hanno avuto l’abilità di utilizzare questi potenti mezzi con saggezza, e lo stato di tabù stesso li rende pericolosi, in quanto non arrivano più con il “manuale delle istruzioni” dell’iniziazione. Inoltre, c’è anche una differenza enorme dal sesso sacro e la promiscuità, come anche tra piante allucinogene, o “enteogene” (“che generano Dio”), e i potenti estratti chimici che oggi causano tanto subbuglio.

Citazioni:

1. Doane, 86-7.

Bibliografia:

Da “The Christ Conspiracy” di Acharya s

Resistenza LaicaCollaboratori di Resistenza Laica

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...