Il ritorno di Pistolero

Il suddetto ricorda i bei tempi:

-poteva scherzare coi grandi della terra e venire immortalato in foto di gruppo;

-a braccetto con Bush, gli suggeriva di non fare la guerra in Iraq (Bush sembra aver capito male);

-poteva ospitare Putin e farsi garante della sua democraticità (Putin deve aver pensato che il servizio di traduzione non fosse all’altezza..);

-poteva farsi delle leggi “per il bene del popolo”

……,

Bei ricordi, ma, ormai si annoia.

Allora Pistolero programma il grande ritorno.

Visti i primi incoraggianti risultati del PD, Pistolero comincia a muovere le prime pedine. Con una mossa strategica memorabile ingaggia Santa Giovanna D’Arcore e le affida l’organizzazione di un nuovo partito. La Pulzella, come vedremo più avanti, impara presto dal maestro.

Nel giorno della consultazione per “mandare a casa Prodi” o/e a seguito dell’ultima fallita “spallata”, il nostro Pistolero ha una folgorazione sulla via di Damasco: col sistema proporzionale vinco da solo e mi libero di quegli impiastri degli alleati… Se poi riesco a ipnotizzare un po’ Veltroni, divento re d’Italia…

Allora cambia ovile per i milioni di milioni di voti; li indirizza nel recinto del nuovo partito e trasforma il partito delle destre in uno che rinnova Forza Italia.

Santa Giovanna D’Arcore illustra le caratteristiche del nuovo partito:

-Un patito che nasce dal basso. Forse perché ideato o registrato al primo piano.

-Finanziato da vari imprenditori/magnati, è un partito che vuole interpretare la voce del popolo…

(nella nostra ingenuità immaginiamo che chi finanzia un partito si aspetti che vengano difesi e promossi i propri interessi).

-Un partito del Pistolero che mandi a casa i parrucconi della politica ….

“Siamo tutti uomini: possiamo sbagliare”, diceva la Madre Badessa.

In zona Vaticano ci sono però anche “gli infallibili”.

Il nostro Pistolero fa di meglio: è in grado di cancellare fatti e detti.

Così capita che non abbia mai parlato di “spallate”

A meno che dobbiamo pensare a quel paziente dal dottore:

P.: dottore mi succede di dimenticare le cose.

D.: da quando ti succede?

P.: che cosa mi succede?

Resistenza LaicaCollaboratori di Resistenza Laica

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...