I Loghia (Detti), Sermone sul Monte, Beatitudini e Parabole

Lungo i millenni si è fatto molto dei “Detti” o Loghia di Gesù, noti anche come i “Detti del Signore”, “Detti del Saggio” (“Logoi Sophon”), il “Gnomologo”, gli “Oracoli di Gesù/del Salvatore”, gli “Oracoli degli Ebrei”, gli “Oracoli di Matteo”, che sono una delle due principali suddivisioni dei vangeli, essendo l’altra la narrativa. I detti o logia costituivano uno dei molti testi condivisi, usati separatamente dagli evangelisti nella creazione dei vangeli. Questa collezione di loghia fu alla fine pubblicizzata come il “Vangelo di Q”, o solo in semplice “Q”, per “Quelle” in tedesco, che significa “sorgente”. La dottrina del Q rivela che i loghia stessi sono composti di tre testi separati , Q1 , Q2 e Q3. Riconoscendo che virtualmente l’intera storia del vangelo è mitica, la cultura Q tenta di trovare il Gesù “reale” in una manciata di detti rappresentati da Q1. Si dovrebbe notare che i loghia iniziali, che costituiscono Q1, non hanno alcuna affiliazione Giudaica eccetto la parola Solomone, e che Q2 e Q3 menzionano solo i Farisei e non i Sadducei.

Nel trovare un “Gesù storico” in Q1, gli storicizzatori sono rimasti così con un “uomo” che fu “ricordato prima come un saggio Cinico e rappresentato più tardi come un profeta che enunciò avvertimenti apocalittici”.38 Comunque, riducendo Gesù ad una manciata di loghia noi restiamo con detti tratti quasi parola per parola dai manoscritti che precedettero l’era Cristiana, che dimostra che questo Gesù Q esisteva già, non storico e in modo mistico da secoli se non da millenni. In altre parole, i loghia Iesou, come sono chiamati in Greco, non sono, come si è supposto, i detti “genuini” del Gesù “storico” ma rappresentano tradizioni trasmesse oralmente, comuni in varie fraternità e scuole del mistero molto prima che fosse creato il Cristianesimo.

I loghia di fatto sono ripetizioni dei detti di Horus, come la Parola (Verbo), o Iu-em-hept, 3.000 anni prima della versione Cristiana.39 Come afferma Massey:

I “detti” erano proprietà comune nei misteri ere prima che fossero messi per iscritto…. I “loghia” nel venticinquesimo capitolo di Matteo riproducono non solo i detti, ma anche lo scenario del Giudizio Finale nella Grande Sala della Giustizia, rappresentata nel Libro dei Morti [Egizio].40

Proprio come sostenevano gli scrittori del vangelo e i padri della chiesa che i loghia o “oracoli” furono registrati da Matteo, allo stesso modo i detti di Osiride vennero registrati dallo scriba Taht-Matiu. In aggiunta, per dirne uno, i loghia sono quelli di Dioniso, che servivano come parte de “i misteri” trovati a Samotracia.

Alcuni dei detti costituiscono il famoso “Sermone sul Monte”, pure questo non originale di Cristo. Come notato, Horus pronunciò un Sermone sul Monte, e c’è nella tradizione Egizia Ermetica o Trismegistica un discorso chiamato “Il Sermone Segreto sul Monte”.41 I detti del Sermone Egiziano trovarono anche il loro modo di entrare nel Vecchio Testamento. Come dice Robertson, “Per quanto riguarda il Sermone sul Monte, di cui si fa una così gran cosa, non è nulla di più di un mosaico di espressioni trovate nel Vecchio Testamento”.42 Carpenter elabora:

Il “Sermone sul Monte” che, insieme con la “Preghiera del Signore” incastrata in esso, forma il grande ed accettato deposito di insegnamento e pietà “Cristiana”, è ben noto che è una collezione di detti da scritti pre-Cristiani, inclusi i Salmi, Isaia, Ecclesiaste, i Segreti di Enoch, il Shemonehesreh (un libro di preghiere Ebraiche), ed altri….43

Potter aggiunge:

Tra le parole di Gesù, riconoscerete che molto del “Sermone sul Monte”, specialmente il quinto capitolo di Matteo, anche il trentesimo di Marco e i suoi paralleli negli altri vangeli, chiamati a volte “La Piccola Apocalisse”, sembrano citazioni quasi parola per parola dal Libro di Enoch, il Libro dei Giubilei, e il Testamento dei Dodici Patriarchi.44

Un certo numero di elementi o beatitudini del Sermone si trovano nelle dottrine dei pre-Cristiani Nazareni, come “Beati sono i poveri di spirito, perché loro è il regno dei cieli”. Come afferma Massey:

E questi, per esempio, sono tra i “detti” nel libro dei Nazareni. “Beati sono i costruttori di pace, i giusti, ed i ‘fedeli’”. “Date da mangiare agli affamati; date da bere agli assetati; vestite i nudi”. “Quando fai un dono, non cercare testimoni di esso, per rovinare la tua generosità. Che la tua mano destra non sappia dei doni della sinistra”. Simili massime erano comuni a tutte le Scritture Gnostiche, risalenti fino a quella Egizia.

I detti del Signore erano pre-storici, come i detti di Davide (che fu un Cristo precedente), i detti di Horus il Signore, di Elia il Signore, di Mana il Signore, di Cristo il Signore, come le istruzioni divine trasmesse dagli antichi insegnamenti. Come i “Detti del Signore” essi furono raccolti in Aramaico per diventare i nuclei del primo vangelo Cristiano secondo Matteo. Così dice Papia. In una data più tarda essi vennero proposti come la rivelazione originale di un maestro personale, e furono resi le fondamenta del racconto di fantasia escogitato nei quattro vangeli che alla fine furono canonizzati.

Non importa chi possa essere il plagiatore, l’insegnamento ritenuto ora come divino fu tratto da sorgenti umane più antiche, e attribuito sotto false pretese…. Non restava nulla di nuovo da inculcare dal Vangelo del nuovo maestro, che viene fatto ripetere semplicemente i vecchi detti con un’aria che ostentava una autorità soprannaturale; con il risultato che i veri antichi detti, necessariamente, sono tramandati ai tempi futuri in modo ingannevole….. Le affermazioni più importanti attribuite a Gesù risultarono false. Il regno di Dio non era a portata di mano; il mondo non stava avvicinandosi alla propria fine; la catastrofe predetta non avvenne mai; la seconda venuta non fu più reale della prima; le pecore smarrite di Israele non sono ancora salvate.45

Molti dei concetti contenuti nei loghia/detti, che vengono sostenuti dai difensori Cristiani come il nocciolo degli insegnamenti di Gesù e un riflesso della sua bontà e compassione, si possono trovare anche nei Veda come detti dal compassionevole Krishna e nel Dhammapada attribuiti all’altrettanto compassionevole Budda, come anche nel Tao Te Ching del saggio Cinese Lao Tzu (6° secolo A.C.).46

Allo stesso modo, un certo numero delle parabole di Gesù furono derivate dal Buddismo e dalla antichissima setta Indiana dello Giainismo, come quelli del figliuol prodigo e del seminatore.47 Come dice Larson, “Noi dobbiamo riassumere così gli insegnamenti basilari di Gesù, nessuno dei quali furono Suoi originali”.48

I Loghia Iesou costituivano gli elementi parlati del mito che si trovava nelle scuole del mistero che potevano essere considerati parti di un “culto della salvezza”, i cui professionisti erano “medici spirituali” nell’impresa del “salvare le anime”. Una volta che il codice di segretezza riguardo ai loghia fu rotto, furono scritti numerosi libri che li contenevano. Si afferma che il vescovo Papia abbia pubblicato una “Esegesi/Esposizione sui Detti del Signore” di cinque volumi, dimostrando così che i detti erano un corpo monolitico separato dalla narrativa. È inspiegabile che una tale opera monumentale da parte di uno dei primi padri Cristiani sia stata “persa”, salvo che avesse dovuto essere distrutta perché rivelava il Salvatore come assolutamente non storico.

Citazioni:

38. Mack, 47.

39. Massey, HJMC, 151.

40. Massey, HJMC, 152-3.

41. Mead, DJL.

42. Robertson, 64.

43. Carpenter, 213.

44. Potter, 169-70.

45. Massey, GHC, 4-11.

46. Steele, “Was Jesus a Taoist?”

47. Larson, 349.

48. Larson, 411.

Bibliografia

Da “The Christ Conspiracy” di Acharya s

Annunci

Una risposta a “I Loghia (Detti), Sermone sul Monte, Beatitudini e Parabole

  1. questo articolo contiene molte imprecisioni, sono riportati e fatti e nomi di personaggi precisi nei vangeli, come Giacomo, fratello del Signore, capo della chiesa di Gerusalemme ad esempio. Il giainismo non è una setta indiana, ma una vera e propria religione, non possiamo ricollegare buddismo e induismo a detti scritti in palestina 2000 anni fa. E’ più che altro un minestrone non corretto di informazioni altrettanto imprecise, per arrampicarsi sugli specchi al fine di sostenere a tutti i costi la non storicità di un personaggio.

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...