Ichthys, il Pesce

Come abbiamo visto, Gesù è l’avatar solare dell’Era dei Pesci. Dujardin riferisce l’origine del Pesce e la sua identificazione con Gesù:

Il titolo [Ichthys, il Pesce] era una sopravvivenza dei culti primitivi del tempo quando gli dei avevano forma di animali…. I fatti seguenti sono significativi: 1) Gesù viene chiamato di fatto il Pesce, Ichthys. 2) Egli viene rappresentato sotto forma di un pesce nelle Catacombe. 3) Tertulliano lo chiama “il nostro pesce”. 4) sette eretiche trasformarono il primitivo pesce-dio… 5) Il culto del pesce è attestato nei Vangeli dalla storia dei pani e dei pesci…. Il patriarca Joshua, che era chiaramente un antico dio della Palestina e portava lo stesso nome del dio del Cristianesimo, è chiamato figlio di Nun, che significa “figlio del pesce”.35

Agostino disse di Gesù, “egli è un pesce dell’acqua vivente”.36 al che Massey potrebbe notare, “come fu detto di Horus”.

Citazioni:

35. Dujardin, 53-4.

36. Higgins, I, 636.

Bibliografia

Da “The Christ Conspiracy” di Acharya s

Annunci

Una risposta a “Ichthys, il Pesce

  1. Questo articolo è un’ulteriore conferma del carattere fantastico ed assolutamente antistorico del testo di Acharya S. “The Christ conspiracy”.

    Le sue affermazioni, infatti, circa la figura del pesce nell’ambito della simbologia cristiana sono un concentrato di invenzioni e falsità.

    Lungi dall’essere un retaggio di antichi culti pagani, il simbolo del pesce rappresenta Gesù che si offre nella mensa eucaristica.
    Infatti in quasi tutte le rappresentazioni giunte sino a noi il pesce è sempre associato con il pane ed il vino. Mirabile, in una cappella delle catacombe di S. Callisto, è l’affresco della trilogia eucaristica. Sette cristiani, come i discepoli che si raccolsero intorno a Gesù risorto sulle rive del lago, siedono attorno al sacerdote celebrante il rito consacratorio. Sui piatti dinanzi a loro sta il pesce: Gesù Cristo Figlio di Dio Salvatore, il pane ed il vino.

    Lo stesso celebre brano evangelico della moltiplicazione dei pani e dei pesci è una chiara prefigurazione dell’Eucarestia (non si tratta di certo delle fantasie di Acharya S.).

    Il pesce fu un simbolo cristiano molto diffuso nei primi secoli, durante le persecuzioni. Infatti il pesce stilizzato, formato da due curve che partono da uno stesso punto, a sinistra (la “testa”), e che si incrociano sulla destra (la “coda”), è facilmente disegnabile.
    In un’epoca di persecuzioni, per potersi riconoscere tra cristiani senza correre rischi di essere scoperti, il disegnare questo simbolo diveniva un sistema di riconoscimento. Quando un cristiano incontrava uno sconosciuto di cui aveva bisogno di conoscere la lealtà, tracciava nella sabbia uno degli archi che compongono l’ichthýs. Se l’altro completava il segno, i due individui si riconoscevano come seguaci di Cristo e sapevano di potersi fidare l’uno dell’altro.

    Totalmente inventata è, poi, l’identificazione del simbolo del pesce con Gesù in quanto questi sarebbe “l’avatar solare dell’Era dei Pesci”. Niente di più falso!
    In realtà i cristiani solevano individuare nel termine ichthýs, in greco scritto ΙΧΘΥΣ, con l’acronimo di “Gesù Cristo Figlio di Dio Salvatore”(1).

    Quindi non c’è traccia di Horus, o di altre scempiaggini del genere, nelle parole di Agostino, ma solo la fede nel Cristo redentore.

    Un saluto

    ******************

    NOTE

    (1) Ιησοῦς, , Χριστός, , Θεoῦ, Υιός, , Σωτήρ (Iesùs Cristòs Theù Uiòs Sotèr), cioè “Gesù Cristo di Dio Figlio Salvatore”.

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...