Golgota, “Luogo del Teschio”

Il luogo dove Gesù viene crocifisso è chiamato Golgota o Calvario, che è il Latino per “luogo di teschi scoperti”. Walker riferisce:

C’erano molti popoli Medio Orientali la cui abitudine era di conservare i teschi dei morti per consultazione necromantica successiva, specialmente i teschi di re sacri. Il loro luogo di sacrificio chiamato Golgota, supposta scena della crocifissione di Gesù, significava “il luogo dei teschi”.76

Secondo Doane, la parola Golgota non compare nella letteratura Giudaica, né c’è alcuna prova di una tale località vicino a Gerusalemme. Come afferma Dujardin:

Come nel caso di Nazaret, non si può trovare alcuna traccia del [Golgota] prima dei vangeli. Questo è inspiegabile, perché la storia situa il Golgota alle porte di Gerusalemme…. Queste considerazioni suggeriscono che il Golgota che era il luogo reale del sacrificio doveva essere situato altrove. Il Golgota, Goulgoleth in Ebraico, era sia un nome comune che proprio, e si può desumere che Gesù fu crocifisso in una delle numerose colline in Palestina descritte come un goulgoleth. Sembrerebbe anche che Goulgoleth fosse una forma espletiva di Gongola…. E che Gongola è lo stesso che Gilgal. Ora, Gilgal è sia un nome comune che significa circolo (applicabile agli antichi circoli megalitici che noi chiamiamo cromlechs – vale a dire, i luoghi alti o sacri di Cana) sia come un nome proprio di varie città. Se Gesù fosse stato sacrificato su un gilgal – cioè, un antico cromlech – noi siamo faccia a faccia con il più antico dei culti della Palestina…. La Bibbia, difatti, narra che un certo luogo chiamato Gilgal era il centro principale del patriarca Iehoshoua – cioè, Gesù-Joshua…. Gesù-Joshua l’antico patriarca, che risulta essere stato un dio Palestinese…. In ogni caso rimane il fatto che il Golgota dei vangeli è un gilgal, che un gilgal è un circolo sacro in Palestina, e che fu in un gilgal che l’antico Gesù-Joshua ebbe il suo quartiere generale – vale a dire, un santuario.77

Veramente, nel V.T., ci sono solo tre casi di crocifissione, ciascuno dei quali sono re, sette in totale, sacrificati da Joshua sui “luoghi alti” di Gilgal, Ai e Makkeda. Questi re sacri vengono sacrificati non da Joshua/Gesù ma nel suo nome.

In aggiunta, il dio – salvatore Messicano Quetzalcoatl, ed anche il mito solare, fu crocifisso al “luogo del teschio”, molto prima del contatto con i Cristiani. Teschi e necromanzia sono anche gran parte della religione Buddista Tibetana, tra molte altre lungo i millenni.

Si dovrebbe anche notare che c’erano “calvari”, cioè, monti sacri dove era eretta una croce, in numerosi luoghi prima dell’era Cristiana. Questi monti furono usurpati dai Cristiani, e le croci trasformate in versioni Cristiane.

Citazioni:

76. Walker, WEMS, 988.

77. Dujardin, 58-9.

Bibliografia

Da “The Christ Conspiracy” di Acharya s

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...