La Lettera di S. Paolo ai Romani e Norimberga

Dalla Lettera di San Paolo ai Romani (13: 1-6):

1 Ciascuno stia sottomesso alle autorità costituite; poiché non c’è autorità se non da Dio e quelle che esistono sono stabilite da Dio. 2 Quindi chi si oppone all’autorità, si oppone all’ordine stabilito da Dio. E quelli che si oppongono si attireranno addosso la condanna. 3 I governanti infatti non sono da temere quando si fa il bene, ma quando si fa il male. Vuoi non aver da temere l’autorità? Fa il bene e ne avrai lode, 4 poiché essa è al servizio di Dio per il tuo bene. Ma se fai il male, allora temi, perché non invano essa porta la spada; è infatti al servizio di Dio per la giusta condanna di chi opera il male. 5 Perciò è necessario stare sottomessi, non solo per timore della punizione, ma anche per ragioni di coscienza.

Al processo di Norimberga per i crimini commessi dai capi nazisti, gli imputati hanno cercato di difendersi dicendo che avevano agito in base a precisi ordini delle autorità. Le sentenze di condanna (e il sentire comune) hanno affermato il principio che l’ubbidienza ai superiori non include e non giustifica comportamenti criminali…

S. Paolo dice: “ogni autorità viene da Dio”, quindi anche Hitler e il Nazismo?

S. Paolo dice: chi si oppone all’autorità, si oppone all’ordine stabilito da Dio”, quindi opporsi a Hitler sarebbe opporsi all’ordine stabilito da Dio?

Il passo riportato sopra è sbagliato?, è esagerato?, è superato?

La Lettera di Paolo ai Romani è ancora “verità rivelata da Dio”?

La dottrina della Chiesa sostiene che a lei sola spetta il compito di interpretare la bibbia in modo autentico.

Chiediamo una “interpretazione autentica” ufficiale in merito.

Annunci

2 risposte a “La Lettera di S. Paolo ai Romani e Norimberga

  1. Paolo fu un impostore, un falso discepolo di Gesù, in conflitto con Giacomo ed altri apostoli. Si Veda Pincherle, Paolo, il falso discepolo di Gesù.

    Mi piace

  2. Non è così, come ho già risposto alla domanda precedente se da una parte è vero che l’uomo deve essere sottoposto alle autorità della propria nazione comportandosi in maniera onesta e aiutando il vivere comune, dall’altra parte tutto questo viene a decadere nel caso in cui le leggi umane (e non è il caso della legge italiana) vanno contro le leggi di Dio.
    La legge di Dio è superiore alla legge degli uomini.
    Rispetto la legge degli uomini ma solo nei limiti del rispetto della legge che le è superiore, quella di Dio:

    29 Ma Pietro e gli altri apostoli risposero: «Bisogna ubbidire a Dio anziché agli uomini. (Atti 5)

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...