La ricerca di Gesù Cristo – Storia e Posizioni del Dibattito – Introduzione

Il dibattito se Gesù Cristo sia o meno un personaggio storico potrebbe non essere apparente dalla pubblicazioni trovate pronte nelle librerie popolari; comunque, iniziando più di duecento anni fa, un gruppo significativo di studiosi cominciarono a sorgere per sfidare credenze sostenute da lungo tempo.

In tempi più recenti, questa controversia esplose quando GA Wells pubblicò Did Jesus Exist? e The Historical Evidence for Jesus, tra gli altri, che cercavano di provare che Gesù non è un personaggio storico.

Un tentativo di confutare Wells fu fatto in Jesus: The Evidence, un volume intero (sottile) scritto per stabilire che Gesù è esistito veramente. Si dovrebbe notare che non sarebbe stato necessario alcun libro del genere se l’esistenza di Gesù Cristo come figura storica fosse stato un fatto provato accettato da tutti. In aggiunta, non è raro in una discussione su Gesù sentire qualcosa del tenore, “Non mi fraintendete – io credo che egli è esistito”, un strana dichiarazione, poiché, secondo la fede popolare, “Tutti sanno che egli è esistito”. Se l’ultima affermazione fosse vera, questo tipo di commento dubbioso “non fraintendetemi” non sarebbe necessario. Nessuno discutendo Abramo Lincloln, per esempio, ha bisogno di chiarire la propria posizione esprimendo la convinzione che Lincoln sia esistito.

Certamente, è un tale dubbio, che è esistito dall’inizio dell’era Cristiana, che ha portato molti ricercatori della verità lungo i secoli a ricercare a fondo su questo importante soggetto da una prospettiva indipendente e a produrre un volume impressionante di letteratura che, anche se nascosta, soppressa o ignorata, comunque ha dimostrato logicamente ed intelligentemente che Gesù Cristo è una figura mitologica sulle stesse linee degli dei dell’Egitto, Inghilterra, Grecia, India, Fenicia, Roma, della terra dei Sumeri e altrove, entità attualmente riconosciute come miti invece che come figure storiche, dalla corrente principale degli esperti e pure dalle masse.

Scavando profondamente in questa grande mole di lavoro, si trova la prova che il carattere di Gesù di fatto è basato su questi miti ed eroi molto più antichi. Si scopre che la storia del vangelo non è, quindi, una rappresentazione storica di un falegname ribelle giudeo che ebbe incarnazione fisica nel Levante 2.000 anni fa.

In altre parole, è stato dimostrato continuamente e per secoli che la storia di Gesù Cristo fu inventata e non raffigurava una persona reale che era o un “figlio di Dio” superumano o un uomo che fu “evemeristicamente” composto da seguaci entusiastici fino a diventare una fiaba superumana.
Nell’ambito di questo dibattito riguardante la natura ed la personalità di Gesù Cristo, quindi, ci sono state tre scuole principali di pensiero: i credenti e gli evemeristi, ambedue delle quali sono storicizzanti, e i miticisti.

 

Traduzione da “The Christ Conspiracy” di Acharya s.

Bibliografia relativa a “The Christ Conspiracy” di Acharya s

 

Ricerche Origini Cristianesimo

 

Annunci

4 risposte a “La ricerca di Gesù Cristo – Storia e Posizioni del Dibattito – Introduzione

  1. Chi nega la storicità del Cristo non ha altre ragioni che la strumentalizzazione.

    Mi piace

  2. Fin dagli albori dell’era cristiana i seguaci di Gesù pur di non rinnegare la loro fede hanno preferito essere uccisi. Sappiamo con certezza storica che fino al IV secolo nelle regioni dell’impero romano si sono susseguite ferocissime persecuzioni. Le persecuzioni contro i cristiani non sono mai terminate, fino ai giorni d’oggi in tutti i continenti i cristiani sono stati e sono oggetto delle più spietate violenze mai perpetrate per via della loro fede in Cristo(martiri ugandesi, cinesi, est-Europa, dell’Indocina, del Madagascar, ecc…).
    Affermare che il dubbio che sia esistito storicamente Gesù sia stato presente dall’inizio dell’era cristiana costituisce una “panzana” così gigantesca che squalificare definitivamente il testo “fantasy” di Acharya S.

    Mi piace

  3. Aquila 2, dici: “Chi nega la storicità del Cristo non ha altre ragioni che la strumentalizzazione”.
    Quale strumentalizzazione?, tanti studiosi seri hanno dedicato la loro vita alla ricerca della verità storica, per quale strumentalizzazione lo hanno fatto? Per me personalmente è stato un lungo percorso di sofferenza spirituale e, non solo non ho preso neanche una lira da questo, ma nel mio ambiente sono stato e sono spesso considerato “minorato mentale” e ricevo tanto disprezzo….
    Credi proprio che sia semplice, indolore e una “strumentalizzazione” dover riconoscere che le certezze su cui era basata la propria vita saltano una dopo l’altra e che non ti puoi più aggrappare alle vecchie, consolanti certezze? Evidentemente non hai avuto modo di fare neanche un passo di questo percorso…

    Mi piace

  4. Ogni dibattito o controversia sulla reale esistenza di qualcuno o qualcosa, avvalora la tesi che non è mai esistito ciò di cui si parla.

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...