Ora di Religione – conflitto di interessi – scientificità dell’insegnamento

Attualmente, nel migliore dei casi, l’ora di religione è una proposta parziale e di parte del fenomeno religioso.

Qualunque insegnamento serio, come minimo, dovrebbe presentare una visione generale che affronti la storia e i principali contenuti religiosi verificatisi nella storia dei popoli o in atto nel mondo, in modo quanto più scientifico possibile.

Si dovrebbe insegnare una storia delle religioni, almeno di quelle più significative, insieme ai contenuti più qualificanti e ai rapporti/influssi storici, culturali, sociali, ecc.

Tutto questo dovrebbe essere irrinunciabile se la scuola è gestita da uno stato laico.

Mi sembra che la gestione dell’ora di religione da parte di esponenti di una particolare religione non solo sia in contrasto con una corretta informazione, cosa che sarebbe obbligatoria in ambito scolastico, ma rappresenti addirittura un evidente e grave “conflitto di interessi”.

Credo che il fatto che l’ora in questione non sia obbligatoria, anche se, come vediamo, si fa di tutto perché in pratica lo sia, non tolga nulla al fatto che la scuola sia preposta a fornire una formazione non di parte, non settaria, non basata su una qualsiasi “fede”, ….e laica.

Proporre l’ora di religione come viene fatto attualmente, da un lato conferisce a questo tipo di insegnamento una connotazione scientifica, dall’altra abbassa la scuola a contenitore di favole, miti, opinioni, ecc. spacciati come scienza.

Uno degli effetti collaterali negativi del sistema attuale è anche che questo aspetto dell’insegnamento viene monopolizzato da università o centri di studi confessionali, gestiti direttamente dalle autorità ecclesiastiche, togliendo così spazio e incentivo a studi e posti di insegnamento laici.

Ritengo che questo sia un prezzo troppo alto, e comunque sbagliato, che lo stato italiano sta pagando alla Chiesa Cattolica per avere un Concordato, che, tra l’altro sarebbe ora di revocare.

Advertisements

Una risposta a “Ora di Religione – conflitto di interessi – scientificità dell’insegnamento

  1. Sono convintissima della necessità di abrogare il concordato che rende l’Italia suddita del Vaticano. Il Vaticano in nessun altro Stato ingerisce come in Italia grazie anche ad una classe politica servile e ruffiana.

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...