Ester – Meridiana di Ahaz – Debora – da “The Christ Conspiracy”

Nella storia dell’eroina Ester, il suo futuro sposo, re Assuero, si arrabbia per il comportamento della sua attuale moglie, Regina Vashti, così egli prende consiglio da “i saggi che conoscevano i tempi – poiché questa era la procedura del re verso tutti quelli che erano esperti nella legge e nel giudizio….” Questi “saggi che conoscevano i tempi” erano astrologi, che evidentemente il re considerava “esperti in legge e giudizio” ed indispensabili per il funzionamento del suo domino. Questo libro, comunque, è non storico, poiché “Ester” è un rifacimento della dea e Regina del cielo Istar, Asherah, Astante, Astoreth o Iside, da cui viene “Easter (Pasqua)”. Di Ester, Walker riferisce:

 

“Stella”, la traduzione Ebraica di Ishtar o Astante. Il libro biblico di Ester è un mito Elamita secolarizzato di Ishtar (Ester) ed il suo consorte Marduk (Mordecai), che sacrificava al dio Hammon, o Amon (Haman). Yahvè non era mai menzionato, perché i Giudei di Elam adoravano Marduk, non Yahvè…. Anche la storia della Bibbia ammette che Ester-Ishtar non era il nome reale della regina Elamita-Giudea. Il suo nome reale era Hadassah (Ester 2:7).

 

Walker continua:

 

La storia di Ester è un racconto allegorico dell’intercessione di Ishtar, che i Giudei adoravano in quel periodo, con il re che si supponeva essere suo consorte, a favore delle tribù Giudaiche sottoposte. Interconnesso con questo tema è quello del sacrificio rituale.32

 

La Meridiana di Ahaz

 

Nel secondo libro dei Re e in Isaia, il re riformatore Ezechia nel suo letto di morte invoca il Signore, che aggiunge 15 anni alla vita di Ezechia facendo “’tornare indietro di dieci gradi l’ombra prodotta dal sole calante sulla meridiana di Ahaz’, così il sole tornò indietro sulla meridiana i dieci gradi di cui era declinato”. Questa storia rappresenta la correzione del calendario per allineare i cieli che cambiavano. Higgins chiarisce:

 

I cicli avrebbero richiesto di essere corretti di nuovo dopo molte rivoluzioni, e noi troviamo Isaia che fa tornare indietro l’ombra dieci gradi sulla meridiana di Ahaz. Questo non significherebbe nient’altro che una seconda correzione dei Neros (ciclo di 600 anni), o una correzione di qualche ciclo di un corpo planetario, per farlo concordare con qualche altro. Negli annali dei Buddisti Cinesi della Cina, infatti, nel regno dell’Imperatore Yau (un nome che colpisce molto, essendo lo stesso del Dio dei Giudei), si dice che il sole fu fermato per dieci giorni, cioè, probabilmente, dieci gradi di Isaia, un grado corrispondente ad un anno, 360 gradi e 360 giorni.33 (?)

 

Debora

 

Anche la grande profetessa biblica Debora è una astrologa, che, per sconfiggere le armi di Siseara, usa le stelle: “Dai cieli combatterono le stelle, dai loro corsi esse combatterono contro Sisara”. (Giudici 5:20) naturalmente, come Daniele, Ester e al., Debora è una divinità di un periodo più antico resa umana:

 

“Ape Regina”, una governatrice di Israele nel periodo matriarcale, col lo stesso nome della Dea incarnata nelle prime regnanti Micenee e Anatoliche come “la Pura Ape Madre”… La Bibbia la chiamò una “profetessa” o “giudice” per nascondere il fatto che essa era una delle matriarche governanti di un periodo precedente (Giudici 4:4).34

 

In aggiunta ai testi biblici, c’è un’evidenza diretta dell’uso Giudaico dell’astrologia nei rotoli trovati al Mar Morto, specificatamente gli “Oroscopi” datati al primo secolo A.C.. Questi oroscopi sono simili a quelli usati oggi ma combinano l’astrologia con la fisionomica, o lo studio delle caratteristiche fisiche. Gli oroscopi del Mar Morto sembrano fondamentalmente dei parametri per determinare chi sarà un uomo “buono” e chi sarà “cattivo”, piuttosto che determinazioni per individui particolari. Ancora, come riferisce Zecharia Sitchin:

 

Precedentemente in questo secolo gli archeologi scoprirono in Galilea, nel nord di Israele, i resti di sinagoghe datate decenni e secoli immediatamente seguenti la distruzione del Secondo Tempio in Gerusalemme dai Romani (nel 70 D.C.). Con loro sorpresa, una caratteristica comune di quelle sinagoghe fu la decorazione dei loro pavimenti con intricati disegni in mosaico che includevano i segni dello zodiaco.35

 

Citazioni:

32. Walker, WEMS, 829.

33. Higgins, 1,197.

34. Walker, WEMS, 217.

35. Sitchin, WTB, 183.

Bibliografia relativa a “The Christ Conspiracy” di Acharya s

 

Ricerche Origini Cristianesimo

 

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...