La gioventù Cattolica in cammino!

Diceva Neruda che di giorno si suda

ma la notte no!!!!…..”

Con questo caldo e siccità ci vorrebbe una bella danza della pioggia!!!

O, quasi quasi, si rimpiangono quelle belle processioni composte prevalentemente da vecchiette, non poche delle quali con qualche problema ambulatorio, che cantavano:

La gioventù Cattolica in cammino

………………………………………………….

a un tuo cenno, una tua voce

un esercito all’altar!!!”

Oppure le famose “rogazioni” per i sentieri dei campi con interminabili invocazioni in latino che i poveri contadini interpretravano come potevano, secondo le loro necessità.

Un tale aveva tradotto così una frase che si ripeteva: “tupon, tupagna, andà tut tla roba ad Magna” (toponi, topi vari, andate tutti nei terreni di Magna!”

Il latino, per il popolino non istruito in tale lingua, permetteva molta più fantasia e adattamento ai propri interessi, sensibilità, e personalizzazione delle preghiere.

Volete mettere “turris eburnea” e “torre d’avorio”!!!, o “Deus in adiutorium meum intende” che alcuni interpretavano “adesso non mi intoro e non mi intendo!!!!”

Forse per questo si sta ritornando al latino.

Fino alla enciclica di Pio XII “Divino afflante Spiritu” (30/09/1943) era proibito lo studio dei testi biblici!. Decisione obbligata dopo tanti autorevolissimi studi da parte di studiosi protestanti e laici.
Se si capisce, si perdono i clienti!

Annunci

4 risposte a “La gioventù Cattolica in cammino!

  1. Pingback: Benedetto XVI richiama all’ordine la Chiesa francese « Movimento Laico

  2. Decontestualizzare gli eventi storici, applicando le categorie dei propri tempi a quelli passati è sbagliato. La conoscenza delle Scritture è mezzo di crescita nella fede, proprio per questo è incentivata dalla Chiesa la lettura e la meditazione della Parola. Poi è sbagliato dire che c’è un ritorno al latino, bensì è giusto parlare di possibilità di utilizzo del rito latino per coloro che per tradizione e per libera scelta desiderano questa lingua nella liturgia.
    E’ sempre facile criticare e raccogliere consensi nell’ignoranza autogiustificando se stessi per non impegnarsi col Signore. La strada di Gesù è impegni quotidiano, è conoscenza vera della realtà e dell’Amore. Chi rifiuta Cristo e la Chiesa fa semplicemente del male a se stesso.

    Mi piace

    • “E’ sempre facile criticare e raccogliere consensi nell’ignoranza autogiustificando se stessi per non impegnarsi col Signore. La strada di Gesù è impegni quotidiano, è conoscenza vera della realtà e dell’Amore. Chi rifiuta Cristo e la Chiesa fa semplicemente del male a se stesso”.
      Evidentemente la tua religione e la tua morale superiori ti consentono di accusare di poco impegno, di ignoranza, di faciloneria, si autogiustificarsi, ecc….chi la pensa diversamente senza sapere nulla della controparte, di quanti studi, quanta sofferenza, quanti tormenti, quanto coraggio per seguire il ragionamento e non la convenienza, quante umiliazioni, ecc.
      Naturalmente te sei in condizione di dire che chi la pensa diversamente non ha la “conoscenza vera della realtà”. Complimenti!
      A rigor di logica non mi interesserebbe affatto in che cosa credi o se credi nelle favole, ma, purtroppo, chi come te ha verità assolute ed indubitabili “rivelate” giudica gli altri, fa di tutto per imporre la propria visione della vita anche a chi pensa diversamente e non lascia libertà.
      Basterebbe un solo es.: Le gerarchie e gli esponenti cattolici possono dire di tutto, criticare e demonizzare, ecc… su tutti i mezzi di informazione mentre un semplice manifesto ateo è stato impedito e contrastato in ogni modo. A me pare che se qualcuno dice qualcosa, automaticamente si crea il diritto ad esprimere opinioni diverse o contrarie.
      Quanto alla conoscenza delle scritture, forse dimentichi che l’accesso alle scritture è stato contrastato e punito anche duramente dalla Chiesa Cattolica per molti secoli fino alla “Divino afflante spiritu” (1943). A parte il periodo medioevale quando pochissimi tra il popolo sapevano leggere e scrivere, fino al ’43 era solo disponibile quanto (poco) e quello ritenuto idoneo “in linea/inoffensivo” dalle gerarchie….

      Mi piace

    • …Amen!

      Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...