Osiride/Horus – Influssi sulle origini del Cristianesimo

Le leggende di Osiride/Horus vanno indietro di migliaia di anni, e molti durante i millenni hanno creduto che Osiride fosse una persona reale; alcuni sostenevano che egli fosse vissuto fino a 22.000 anni fa. Il culto di Osiride, Iside e Horus era diffuso nel mondo antico, inclusa Roma. Nel mito Egizio, Horus ed il suo Padre di una volta – e – futuro, Osiride, sono frequentemente intercambiabili, come in “Io e mio Padre siamo uno solo”.

Riguardo ad Osiride , Walker dice:

Di tutti gli dei salvatori adorati all’inizio dell’era Cristiana, Osiride può aver contribuito più dettagli di qualsiasi altro alla figura di Cristo in evoluzione. Già molto antico in Egitto, Osiride fu identificato con quasi ogni altro dio Egizio ed era in procinto di assorbirli tutti. Egli aveva ben più di 200 nomi divini. Egli era chiamato il Signore dei Signori, Re dei Re, Dio degli Dei. Egli era la Resurrezione e la Vita, il Buon Pastore, Eternità e Immortalità, il dio che fece “rinascere gli uomini e le donne”. Budge dice, “Per gli Egizi, dal primo all’ultimo, Osiride era il dio-uomo che soffrì, e morì, e risorse, e regnava eternamente in cielo. Essi credevano che avrebbero ereditato la vita eterna, proprio come aveva fatto lui….”

La venuta di Osiride fu annunciata da Tre Uomini Saggi: le tre stelle Mintaka, Anilam, e Alnitak nella fascia di Orione, che punta direttamente alla stella di Osiride all’est, Sirio (Sothis), indicatore della sua nascita….

Certamente Osiride fu un Messia proto-tipico, come anche un’Hostia divorata. La sua carne veniva mangiata nella forma di cialde di grano della comunione, la “pianta della Verità”. …

Il culto di Osiride contribuì con un certo numero di idee e frasi alla Bibbia. Il 23° Salmo ha copiato un testo Egizio che invocava Osiride il Buon Pastore per condurre il morto ai “verdi pascoli” e “calme acque”della terra nefer-nefer, per restituire l’anima al corpo, e per dare protezione nella valle delle ombre della morte (la Tuat).

La Preghiera del Signore fu prefigurata da un inno Egizio ad Osiride-Amen che iniziava: “O Amen, O Amen, che sei in cielo”. Amen veniva invocato anche alla fine di ogni preghiera.50

Come esclama ingenuamente Col. James Churchward, “Gli insegnamenti di Osiride e di Gesù sono meravigliosamente simili. Molti passi sono completamente identici,  parola per parola”51

Massey fornisce i dettagli riguardo alla somiglianza tra l’Osirianesimo ed il Cristianesimo:

Per esempio, in uno dei molti titoli di Osiride in tutte le sue forme e luoghi egli viene chiamato “Osiride nell’ostensorio”… Nel rituale Romano l’ostensorio è un contenitore trasparente nel quale viene esibita l’ostia o vittima… Osiride nell’ostensorio da solo dovrebbe essere sufficiente a mostrare che l’Egizio Karast (Krst) è il Cristo originale, e che i misteri Egizi furono continuati in Roma dagli Gnostici e Cristianizzati.52

Osiride era anche il dio della vite ed un grande maestro itinerante che civilizzò il mondo. Egli era il governatore ed il giudice dei morti. Nella sua passione, Osiride fu vittima di complotto ed ucciso da Set e “i 72”. Come quella di Gesù, la resurrezione di Osiride servì a fornire speranza a tutti perchè potessero fare altrettanto e diventare eterni.

Il “figlio” di Osiride o incarnazione rinnovata, Horus, condivide in comune con Gesù quanto segue:

Horus era nato dalla vergine Isis-Meri il 25 Dicembre in una grotta/mangiatoia con la sua nascita annunciata da una stella all’Est e con la presenza di tre saggi.

Il suo padre terrestre era chiamato “Seb” (“Joseph”).

Egli era di discendenza regale.53

All’età di 12 anni, egli fu un insegnante bambino nel tempio, e a 30, egli fu battezzato, dopo essere scomparso per 18 anni.

Horus fu battezzato nel fiume Eridano o Iarutana (Giordano)54 da “Anup il Battista” (Giovanni il Battista)55, che fu decapitato.

Egli ebbe 12 discepoli, due dei quali furono i suoi “testimoni” ed erano chiamati “Anup” e “Aan” (i due “Giovanni”).

Egli fece miracoli, esorcizzò i demoni e resuscitò El-Azarus (“El-Osiris”), dai morti.

Horus camminò sull’acqua.

Il suo epiteto personale era “Iusa”, “colui che diventa sempre figlio” di “Ptha”, il “Padre”.56 Egli fu così chiamato il “Santo Bambino”.57

Egli pronunciò un “Sermone della Montagna” ed i suoi seguaci raccontarono i “Detti di Iusa”.58

Horus fu trasfigurato sul Monte.

Egli fu crocifisso tra due ladri, sepolto per tre giorni in una tomba, e risorto.

Egli era anche la “Via, la Verità, la Luce”, il “Messia”, “L’Unto Figlio di Dio”, il “Figlio dell’Uomo”, il “Buon Pastore”, l’”Agnello di Dio”, “La Parola (Verbo) fatta carne”, la “Parola della Verità”, ecc.

Egli era “il Pescatore” ed era associato col Pesce (“Ichthys”), l’Agnello ed il Leone.

Egli venne per portare a compimento la legge.59

Horus era chiamato “il KRST”, o “l’Unto”.60

Come Gesù, “si riteneva che Horus avrebbe regnato mille anni”.61

In aggiunta, scritte circa 3.500 anni fa, sui muri del Tempio a Luxor c’erano immagini dell’Annunciazione, Immacolata Concezione, Nascita ed Adorazione di Horus, con Thoth che annuncia alla Vergine Iside che lei concepirà Horus; con Kneph, lo “Spirito Santo” che impregna la vergine; e con l’infante e la presenza di tre re, o magi, che portavano doni. In aggiunta, nelle catacombe a Roma ci sono pitture del bebè Horus che viene tenuto dalla vergine madre Iside – la “Madonna con Bambino” originale. Come dice Massey:

Fu l’arte gnostica che riprodusse l’Hathor-Meri ed Horus dell’Egitto come la Vergine ed il bambino-Cristo di Roma… Voi poveri idioti, dicevano gli Gnostici [ai primi Cristiani], voi avete confuso i misteri antichi per la storia moderna, e avete accettato alla lettera tutto quello che era solo inteso in modo mistico.62

Inoltre, A. Churchward riferisce un altro aspetto della religione Egizia trovato nel Cattolicesimo:

Noi vediamo nelle antiche chiese Cattoliche, sopra l’altare principale, un triangolo equilatero, e dentro di esso un occhio. L’aggiunta dell’occhio al triangolo ebbe origine in Egitto, “l’occhio che tutto vede di Osiride”.63

Citazioni:

50 Walker, WEMS, 748-754.

51 J. Churchward, CM, 254.

52 Massey, EBD, 54-5.

53 Doane, 163.

54 Jackson, 168.

55 A. Churchward, 397.

56 A. Churchward.

57 Walker, WEMS, 1054.

58 Jackson, 118.

59 Massey, EBD, 126.

60 A. Churchward, 397; viz. Massey, EBD, 13, 64; MC.

61 Higgins, 1,217.

62 Massey, EBD.

63 J. Churchward, LCM, 320.

+++++++

Da “The Christ Conspiracy” di Acharya s”

Bibliografia relativa a “The Christ Conspiracy” di Acharya s – Ricerche Origini Cristianesimo

Annunci

4 risposte a “Osiride/Horus – Influssi sulle origini del Cristianesimo

  1. Sono d’accordo!!

    E… quando si accerterà che Mosè era un sacerdote di Amon/Amen???

    Per ora ci sono solo un’infinità di indizi!!

    Ciao

    Mi piace

  2. Se vuoi ontinuare a bloggare…

    http://www.firmiamo.it/sign/petition/libertaperilmondodeibloggers

    se lo ritieni valido divulgalo.

    Ciao

    Mi piace

  3. Sul tuo stesso blog, verso la fine di questo articolo:

    https://spiritualrationality.wordpress.com/2009/04/14/horus-e-gesu/

    la citazione, quella in giallo, mi pare molto significativa…

    Ciao.

    Mi piace

  4. tutto il Cristianesimo è un paganesimo riciclato

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...