Ercole – Mito e influssi sul Cristianesimo

Eracle, o Ercole, è ben noto per le sue 12 fatiche, che corrispondono ai dodici segni dello zodiaco e sono dimostrazioni del suo ruolo come “Salvatore”. Nato da una vergine, egli era anche conosciuto come il “Unigenito” e “Parola Universale”.47

La vergine madre di Eracle/Ercole si chiamava Alcmene, il cui nome in Ebraico era “almah”, la “donna luna” che, come dice Walker, “fu madre di re sacri nel culto di Gerusalemme, ed il cui titolo fu conferito alla vergine Maria.

Paralleli tra i miti precedenti di Alcmene e i miti successivi di Maria erano troppo numerosi per essere coincidenze. Il marito di Alcmene si astenne da rapporti sessuali con lei fino a dopo la nascita del suo dio-generato”.48

Walker racconta anche la storia di Ercole e la sua relazione con il racconto Cristiano:

Le sue Dodici Fatiche simbolizzavano il passaggio del sole attraverso le dodici case dello zodiaco … Dopo che il suo percorso era finito, egli fu rivestito della tunica scarlatta del re sacro ed ucciso, per essere risuscitato come il suo padre divino, per salire al cielo… Difficilmente può essere sovrastimato l’influsso del culto di Eracle sui primi Cristiani.

La città di origine di S. Paolo di Tarso rappresentava regolarmente il sacro dramma della morte di Eracle col fuoco, motivo per cui Paolo presupponeva che ci fosse grande virtù salvifica se nel dare il proprio corpo per essere bruciato, come i martiri di Eracle (1 Corinzi 13:3).

Eracle era chiamato Principe della Pace, Sole della Rettitudine, Luce del Mondo. Egli era lo stesso sole salutato giornalmente dai Persiani e dagli Esseni con la frase rituale “Egli è sorto”.

La stessa formula annunciò il ritorno di Gesù dal mondo sotterraneo (Marco 16:6). Egli era sacrificato all’equinozio di primavera (Pasqua), il festival del Nuovo Anno secondo la misurazione antica.

Egli era nato al solstizio d’inverno (Natale), quando il sole raggiunge il suo nadir e la costellazione della Vergine sorge all’est. Come Alberto il Grande lo espresse secoli dopo, “Il segno della vergine celeste sorge sopra l’orizzonte, nel momento che noi troviamo fissato per la nascita del nostro Signore Gesù Cristo”.49

Citazioni:

47 Doane, 193.

48 Walker, WE~MS, 22.

49 Walker, WEMS, 393-4.

+++++++

Da “The Christ Conspiracy” di Acharya s”

Bibliografia relativa a “The Christ Conspiracy” di Acharya s – Ricerche Origini Cristianesimo

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...